Società italiana di farmacologia: Mugelli è il nuovo presidente

società italiana di farmacologia
Pubblicato il: 30 Ottobre 2017|

La Società italiana di farmacologia (Sif) ha un nuovo presidente: Alessandro Mugelli, dell’Università di Firenze, prende il posto di Giorgio Cantelli Forti, che guidato la Sif negli ultimi due anni. Il cambio al vertice è avvenuto in occasione del 38esimo congresso nazionale della Società italiana di farmacologia che si è tenuto a Rimini dal 25 al 28 ottobre. Giorgio Racagni, dell’Università di Milano, è invece il presidente designato per il biennio 2019/2021.

“Il programma della Sif è scritto nel suo statuto e nelle sue finalità primarie”, ha commentato il neopresidente Mugelli, indicando comunque alcune priorità per il futuro della società scientifica: “Mantenere e accrescere la credibilità nazionale e internazionale della Sif; avere un impatto significativo e visibile sulle numerose sfide che coinvolgono il mondo del farmaco; mantenere una sana situazione finanziaria e favorire l’inserimento dei giovani nella vita della società”.

Tag: in&out / Sif /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE