Nuova call per startup: PharmaStars lancia il programma autunnale sulla Real world evidence

Pubblicato il: 22 Giugno 2022|

La digital health ha il potenziale per trasformare radicalmente il settore pharma. I dati raccolti da più fonti, come dispositivi indossabili, mobili, strumenti diagnostici di ogni tipo, consentono di disegnare quadri clinici sempre più precisi e affidabili e di portare a terapie sempre più personalizzate. PharmaStars, l’acceleratore di startup statunitense specializzato nel campo della salute digitale, dedicherà la sessione autunnale del programma al tema della “Innovazione nella Real-world evidence”. Le startup di digital health interessate a partecipare possono già inviare le candidature fino al prossimo 16 luglio. Il programma di accelerazione inizierà a settembre e si concluderà a novembre con il consueto Showcase event.

Innovazione nella Rwe

La Real-world evidence (Rwe) ha dimostrato di essere una fonte essenziale di informazioni per migliorare lo sviluppo di farmaci, gli studi di efficacia comparativa e per raccogliere le esperienze dei pazienti dopo l’immissione in commercio. Il ricorso crescente alla Rwe fa sì che l’industria farmaceutica abbia sempre maggior bisogno di soluzioni innovative per raccogliere questi dati da fonti diverse e poterli interpretare. L’acceleratore PharmaStars ha come principale obiettivo quello di colmare il divario tra il mondo pharma e le startup innovative, aiutando le nuove imprese ad abbattere le barriere che possono ostacolare la loro crescita.

Il programma PharmaU

Attraverso il programma PharmaU, PharmaStars offre alle startup selezionate formazione continua e tutoraggio per poter lavorare nel settore farmaceutico, grazie alla collaborazione con le aziende che aderiscono al progetto. I membri del programma (Alexion AstraZeneca Rare Disease, Boehringer Ingelheim, Eli Lilly & Company, Novo Nordisk, Sumitovant Biopharma e Takeda Pharmaceutical e Roche) contribuiscono al percorso di formazione e hanno la possibilità di relazionarsi per prime con le startup emergenti.

Eliminare il gap startup-aziende pharma

“La Real-world evidence è un argomento caldo nell’industria farmaceutica – ha spiegato Naomi Fried, fondatrice e ceo di PharmStars -. I vantaggi del suo utilizzo nello sviluppo di farmaci e nel marketing stanno iniziando a essere realizzati. La maggiore attenzione sulla Rwe da parte delle autorità di regolamentazione ha stimolato la nascita di nuove opportunità per le soluzioni sanitarie digitali all’interno del settore farmaceutico. PharmStars è qui per aiutare le startup in questo campo a perfezionare il loro messaggio e a connettersi meglio con le aziende”.

La nuova call

Il programma dell’autunno 2022 sarà la terza coorte di PharmStars e si concentrerà sulle soluzioni innovative per la raccolta di dati del mondo reale e le applicazioni di Rwe, gli endpoint e il design, i biomarcatori, le fonti di dati, acquisizione di informazioni e monitoraggio da remoto, l’analisi dei dati di Rwe.

Tag: acceleratore / pharmastars / real world evidence / startup /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
plasma

La via italiana al plasma, sognando l’autosufficienza

Il ddl Concorrenza introduce nuove regole per la produzione dei farmaci e ribadisce il principio della donazione gratuita alla base del nostro sistema trasfusionale. Ma la raccolta va potenziata per limitare la dipendenza dal mercato estero. Dal numero 199 del magazine

RUBRICHE
FORMAZIONE