Arriva nuovo farmaco in Italia contro l’iperparatiroidismo

tocilizumab aifa
Pubblicato il: 25 Ottobre 2017|

Arriva nuovo farmaco in Italia, dopo l’approvazione dell’Aifa, contro l’iperparatiroidismo. Si tratta dell’etelcalcetide di Amgen, presentato il 24 ottobre a Milano il farmaco ha come indicazione patologie legate alla secrezione dell’ormone paratormone. Soprattutto in pazienti con malattia renale cronica in emodialisi.

Prima Ema, poi Aifa

Lo scorso novembre è stata l’Agenzia europea dei medicinali ad approvare il farmaco. Dopo, però, averne raccomandato l’approvazione già a settembre 2016.
Ora è il momento dell’Aifa che ha dato il suo parere positivo a giugno di quest’anno, nonostante la presentazione sia avvenuta solo il 24 di ottobre.
La fascia di riferimento è A, quindi a carico del Ssn. La vendita del farmaco è soggetta alla prescrizione di medici specialistici in nefrologia o in centri dialisi individuati dalle regioni.

La somministrazione e il problema dell’aderenza

La somministrazione del medicinale avviene per via endovenosa al termine di ogni seduta dialitica. Si inizia con una dose base di 5 mg tre volte a settimana. Ma si può ricorrere ad aggiustamenti in qualunque momento durante la terapia.
In patologie come questa il problema è l’aderenza. Solo il 15-20% dei pazienti raggiunge dei livelli accettabili di paratormone.
Secondo l’azienda, i pazienti in dialisi assumono un gran numero di terapie orali e non tutte vengono seguite. In questo modo, parlando di aderenza, fanno sapere, la somministrazione viene effettuata dal personale medico-infermieristico, garantendo una migliore assunzione del farmaco.

Tag: Aifa / Amgen /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE