Tubercolosi, via libera in Italia all’uso di pretomanid per la malattia farmacoresistente

Pubblicato il: 17 Gennaio 2022|

Via libera in Italia all’uso di pretomanid come terapia per la tubercolosi multifarmacoresistente. In questi giorni, l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha dato il via libera alla rimborsabilità del medicinale di Viatris, che lo ha messo in commercio nel nostro Paese. Pretomanid, si legge in una nota, è l’unico farmaco approvato esclusivamente per la tubercolosi polmonare a estesa farmacoresistenza.

Altre disponibilità

Con questa approvazione, Viatris sta inoltre rendendo disponibile il farmaco in altri 21 Paesi Europei, incluso il Regno Unito, attraverso una partnership con il distributore Tanner Pharma Group. Pretomanid è già disponibile in Italia.

Le approvazioni

La decisione di Aifa segue l’approvazione da parte della Agenzia europea per i medicinali (Ema) dell’uso di pretomanid in associazione a bedaquilina e linezolid, come parte del regime con “BPaL” per il trattamento di adulti con TB polmonare a estesa farmacoresistenza (XDR) o intollerante al trattamento o multifarmacoresistente non reattiva (TI/NR MDR). BPaL è un regime a 3 farmaci, tutti orali, della durata di 6 mesi che consente di ridurre il peso del trattamento e i problemi di aderenza, considerando in particolare il problema della insorgenza della resistenza antibiotica.

Trattamenti in essere

Gli attuali trattamenti per forme di tubercolosi a estesa farmacoresistenza consistono in combinazioni di molti farmaci diversi, che possono venire assunti per 18-20 mesi. I pazienti sono costretti a dover prendere fino a venti pillole al giorno, con la conseguenza di numerosi effetti collaterali e spesso un considerevole impatto economico.

La popolazione di pazienti

In Europa, ci sono circa 250 pazienti che soffrono di TB a estesa resistenza, il che rende pretomanid un farmaco orfano (farmaco per una malattia molto rara), con il potenziale di fornire un valore aggiunto e un migliore rapporto costo-efficacia per i pazienti e i sistemi sanitari, rispetto alla terapia standard. La tubercolosi è anche la principale causa di morte dei pazienti affetti da HIV/AIDS, ed ogni anno potrebbe essere responsabile di oltre 1 decesso su 3 fra quelli per resistenza agli antimicrobici.

Tag: Agenzia italiana del farmaco (Aifa) / tubercolosi / Viatris /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
organi su chip medicina personalizzata

Organi su chip: la medicina personalizzata si può fare anche così

Una tecnologia che potrebbe far risparmiare fino a cinque anni di tempo e fino al 20% del costo totale di sviluppo di un farmaco (in miliardi di euro) più solide conoscenze su cui basare le delicate fasi iniziali della sperimentazione e al contempo essere strumento per una medicina sempre più personalizzata

RUBRICHE
FORMAZIONE