La Repubblica


LA REGIONE


IL CENTRODESTRA si spacca al Pirellone e ora Roberto Maroni dovrà trovare i fondi per la sperimentazione della cannabis terapeutica. È stato approvato ieri in Consiglio regionale, con solo due voti di scarto, un ordine del giorno del Movimento Cinque Stelle che impegna la giunta regionale a trovare i soldi. A sorpresa, hanno votato sì anche il leghista Fabrizio Cecchetti e Fabio Altitonante di Forza Italia, in dissenso dai loro partiti che hanno votato contro. Gli altri esponenti leghisti e azzurri infatti hanno votato no, come quelli di Lombardia popolare. Favorevoli invece, oltre ai grillini, Pd, lista Maroni e Partito pensionati. Iolanda Nanni del Movimento Cinque Stelle parla di «risultato storico» e aggiunge che «la maggioranza in frantumi chiarisce oltre ogni dubbio che la Lombardia è pronta per sperimentare i farmaci cannabinoidi». Il leghista Cecchetti messo sotto accusa si difende: «Come Maroni, Zaia e Salvini sono sempre stato favorevole all’utilizzo della cannabis solo a fini terapeutici e non ricreativi, e per questo ho votato sì».