Anche gli Usa alle prese con le carenze, Biden vuole attivare il protocollo di emergenza Dpa

Pubblicato il: 29 Gennaio 2021|

Anche gli Usa temono le carenze e l’amministrazione Biden, in carica da nemmeno dieci giorni, ha già invocato una serie di soluzioni per far fronte alle mancanze. Si chiama Dpa (Defense production act) ed è uno strumento normativo per incanalare alcuni specifici prodotti verso una corsia preferenziale di produzione all’insegna dell’interesse nazionale. Con il Dpa il governo federale punta a espandere le capacità produttive delle aziende interessate un po’ come fu fatto ad aprile quando il Dipartimento per la salute strinse un accordo da 489 milioni di dollari con la General Motors per velocizzare la produzione di 30 mila ventilatori. I vaccini, ovviamente, saranno all’interno del programma.

Le carenze

Un anno fa, circa, si parlava di carenze di dispositivi medici. Oggi si parla di carenze vaccino. Anche Washington teme di ritrovarsi nella situazione in cui versa l’Europa e il Canada (anche Ottawa ha riferito che si stanno verificando dei ritardi nella consegna e nella distribuzione delle dosi promesse da Pfizer). Dopo aver accelerato sulla ricerca e sulle approvazioni grazie all’Operazione Warp, i prodotti di Moderna, AstraZeneca, Novavax, Janssen, Sanofi e Pfizer avranno la precedenza su tutto (anche se non c’è la conferma ufficiale in quanto le società non sono state esplicitamente rese note). Ma l’attenzione è rivolta anche alle terapie di Regeneron, Eli Lilly, Sab Biotherapeutics, Fujifilm Diosynth Biotechnologies, Emergent Biosolutions, Becton Dickinson, Merck, Corning e Cytiva. Tra l’altro seppur non ancora a livelli critici, gli Stati Uniti stanno già affrontando carenze per i Dpi, ma anche di kit per i test.

L’interesse nazionale

Il richiamo alle armi tipico delle amministrazioni americane attraverso il Dpa prevede una serie di oneri e onori per le società che operano sul suolo americano. Partiamo da quest’ultimi. Un’azienda che rientra all’interno della lista è autorizzata a posticipare tutte le consegne ad altri clienti che non siano urgenti i quali, tra l’altro, non possono nemmeno appellarsi o fare ricorso in quanto il fornitore è soggetto a una sorta di immunità legislativa (sezione 707 del Dpa). In aggiunta il privato potrà beneficiare del supporto tecnologico e finanziario del governo federale. Tra gli oneri, invece, vanno segnalati il dovere della società di condividere informazioni con il governo affinché quest’ultimo valuti la capacità effettiva di produzione e intervenga laddove necessario e, soprattutto, la necessità che l’impresa dimostri di essere effettivamente capace di rispettare l’ordine.

Tag: covid-19 / Usa /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE