Antidiabetici prescrivibili dai medici di famiglia: il plauso degli specialisti alla Nota 100 di Aifa

Pubblicato il: 27 Gennaio 2022|

Una buona notizia per le persone con diabete e un ottimo risultato per la diabetologia italiana. È questo il tono dell’Associazione medici diabetologi (Amd) e della Società italiana di diabetologia (Sid) alla Nota 100 pubblicata dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), che apre alla prescrizione di alcune terapie da parte dei medici di famiglia. Gli specialisti si dicono “orgogliosi di essere stati sostenitori e coartefici” di un provvedimento, che loro stessi hanno “contribuito a validare sulla base di solide evidenze scientifiche”. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha affidato il suo commento a un post su Facebook: “Rendiamo così più semplice la vita di molti malati e delle loro famiglie e portiamo la salute più vicino a tutti i cittadini“.

L’obiettivo della Nota 100

“La Nota 100 – spigano Amd e Sid – estende alla medicina generale la possibilità di prescrivere in regime di rimborsabilità tre classi di farmaci anti-diabete caratterizzate da importanti vantaggi clinici. Si tratta di terapie dall’uso ormai consolidato, la prescrivibilità delle quali anche da parte dei medici di famiglia avvicina ulteriormente le persone con diabete  alle cure e all’assistenza. Un indirizzo, quello della prossimità, ampiamente condiviso e ancor più necessario al tempo della pandemia”.

Tre categorie di farmaci

L’obiettivo è rendere più agevole l’accesso agli inibitori del SGLT2, degli agonisti recettoriali del GLP1 e degli inibitori del DPP4 nei pazienti adulti con diabete mellito tipo 2. “Questi farmaci – ricordano i diabetologi –hanno tutti un eccellente profilo di sicurezza e tollerabilità, nonché di efficacia sul miglioramento del controllo metabolico. Inoltre, in particolare gli inibitori del SGLT2 e gli agonisti recettoriali del GLP1,  risultano efficaci nel ridurre il rischio cardiovascolare ed il rischio di scompenso cardiaco, oltre a favorire un rallentamento della progressione del danno renale”.

Le combinazioni

La Nota 100 specifica anche che nei casi nei quali sia indicata la prescrizione in combinazione di inibitori del SGLT2 e gli agonisti recettoriali del GLP1,  questa potrà essere rimborsata solo dietro prescrizione dei Centri di Diabetologia, e quindi degli specialisti, in capo ai quali resta la responsabilità di decidere in quali soggetti queste combinazioni siano un vantaggio. “Anche quest’ultima previsione trova il totale consenso di  Amd e Sid – conclude la nota delle società scientifiche – e  deve essere interpretata come la corretta applicazione da parte di Aifa non solo di un principio di cautela, ma anche di una giusta  interazione fra i diversi livelli del sistema, con il  diabetologo ed i  Centri di Diabetologia che devono ovviamente continuare a rappresentare il principale riferimento per la gestione e il trattamento dei casi più complessi”.

Fnomceo: migliora l’accesso alle cure

Soddisfatta anche la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici (Fnomceo). “Consentire a tutti i medici del nostro Servizio sanitario la prescrizione di questi farmaci, che hanno ampiamente dimostrato la loro efficacia e sicurezza, e che, comparati ai medicinali più ‘vecchi’, hanno, per determinati pazienti, notevoli vantaggi terapeutici, significa fare un passo avanti nell’universalità e nell’uguaglianza dell’accesso alle cure”, commenta in una nota il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli. “Finalmente tutti i pazienti avranno pieno accesso alla terapia antidiabetica più adatta per loro, senza discriminazioni economiche o dovute alle difficoltà negli spostamenti. Con vantaggi anche per l’intera collettività, in termini di gestione della malattia e prevenzione delle complicanze, soprattutto cardiovascolari.  Si tratta di una questione etica, oltre che scientifica e di appropriatezza prescrittiva. Un tema di giustizia sociale, di valorizzazione della professionalità del medico – conclude Anelli – in qualunque veste scelga di svolgere la sua professione e di potenziamento del ruolo della Medicina generale e delle cure territoriali nella gestione integrata del diabete e delle patologie croniche”.

LA NOTA 100

Tag: Aifa / Amd / diabete / diabetologi / Nota 100 / SID /

CONDIVIDI

AP-DATE

L'INFORMAZIONE OGNI GIORNO

SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE