Asl 1 di Massa Carrara nominata ‘Amica dei bambini’

Pubblicato il: 30 Giugno 2015|

La Asl 1 di Massa Carrara è stata nominata azienda sanitaria ‘Amica dei bambini’ e l’ospedale di Massa riconfermato ‘Amico dei bambini’. Nel corso della cerimonia che si è svolta oggi alla Fondazione Conti di Palazzo Cucchiari, a Carrara, la vicepresidente dell’Unicef Italia Silvana Calaprice e la presidente del Comitato Unicef di Massa Carrara Anna Maria Pregliasco hanno consegnato le pergamene ai dirigenti delle due strutture.

L’ospedale di Massa ha ricevuto il titolo di Baby Friendly Hospital (BFH) nel 2010, ed è uno dei 7 ospedali BFH in Toscana. L’azienda sanitaria di Massa Carrara ha partecipato per la Toscana a una ricerca multicentrica nazionale dal 2009 al 2013 sull’attuazione dei Passi della Comunità Amica e ha conseguito il riconoscimento di Comunità Amica in seguito al lavoro svolto durante e dopo lo studio.

L’iniziativa internazionale ‘Baby Friendly Hospital – Ospedale Amico dei Bambini’ è stata lanciata nel 1991 dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dal Fondo delle nazioni unite per l’infanzia (Unicef), per assicurare che tutti gli ospedali accolgano nel miglior modo possibile i bambini neonati e che divengano centri di sostegno per l’allattamento materno. L’iniziativa della Comunità Amica è stata lanciata nel 2007 con lo stesso scopo, per riconoscere il ruolo importante dell’assistenza offerta pre e post-parto nei servizi territoriali. Questo significa migliorare le pratiche assistenziali, rendendo protagonisti i genitori e sostenendoli nelle scelte per l’alimentazione e le cure dei propri bambini.

L’obiettivo del progetto è quello di creare un rapporto tra il personale del punto nascita, i servizi consultoriali/territoriali, i pediatri di famiglia, i medici di medicina generale, i grup pi di sostegno e la comunità locale, per fornire reti di sostegno alle famiglie, oltre che migliorare l’educazione alla salute su alimentazione e allattamento dei bambini come base per un corretto sviluppo e come potente arma di prevenzione verso le principali malattie dell’adulto.

Tag: Regione Toscana / Regioni / Toscana /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE