Consip, al via due nuove gare (da 300 milioni) in ambito Pnrr nel settore sanitario

Consip
Pubblicato il: 5 Ottobre 2022|

Consip ha pubblicato due nuove gare in ambito sanitario, per un valore complessivo superiore ai 300 milioni di euro riservate agli acquisti della Pubblica amministrazione finanziati attraverso i fondi del Pnrr nel quadro della Missione 6 (Salute), componente 2 “Innovazione, ricerca e digitalizzazione del Servizio sanitario nazionale” – “Investimento 1.1ammodernamento del parco tecnologico e digitale ospedaliero”.

Le iniziative

Si tratta di tre merceologie che Consip affronta attraverso due iniziative distinte:

  • Accordo quadro per la fornitura di 154 Tomografi a risonanza magnetica 1,5 Tesla e 264 Tomografi computerizzati, del valore di circa 276 milioni
  • Accordo Quadro per la fornitura di 172 mammografi con tomosintesi del valore di circa 45 milioni euro

Il termine di presentazione delle offerte è fissato al 12 ottobre 2022 per l’Aq Tomografi a risonanza magnetica e tomografi computerizzati e al 21 ottobre 2022 per l’Aa mammografi con tomosintesi.

Sostituzione parco macchine

Entrambe le iniziative sono destinate alla sostituzione del parco macchine obsoleto a seguito della raccolta dei fabbisogni effettuata dal Ministero della salute con Regioni e Province autonome e si aggiungono a quelle già pubblicate da Consip nell’ambito del Pnrr: 705 Apparecchiature di radiologia (telecomandati e polifunzionali), 29 Tomografi PET/TC, 123 Gamma camere e 62 Acceleratori lineari che saranno disponibili entro la fine dell’anno. Sono stati, invece, già resi disponibili oltre 900 Ecotomografi, di cui 800 già ordinati dalle amministrazioni.

Tipologia contrattuale

Lo strumento dell’accordo quadro con più aggiudicatari – che avrà per entrambe le iniziative una durata di 1 anno dall’attivazione (più eventuali ulteriori 6 mesi di proroga) e consentirà la stipula di contratti della durata di 12 mesi –garantisce la più ampia scelta per le amministrazioni. In particolare, per la scelta del fornitore, accanto al criterio della priorità in base alla graduatoria di merito, è stato introdotto anche il criterio della “scelta tecnica”, che consentirà di ordinare apparecchiature e sistemi a qualsiasi aggiudicatario qualora sussistano motivazioni tecniche o cliniche (es. tempi di consegna, particolari configurazioni/funzionalità tecniche delle apparecchiature, etc.).

Criteri di aggiudicazione

Le apparecchiature richieste prevedono dispositivi e software aggiuntivi rispetto a quelli solitamente disponibili nella configurazione di base. Ed inoltre, al fine di selezionare apparecchiature di ultima generazione, ad elevato grado di accuratezza e corredate dalle più efficienti soluzioni tecnologiche, in entrambe le gare il criterio di aggiudicazione è l’offerta economicamente più vantaggiosa con il miglior rapporto qualità/prezzo: 80 punti tecnici e 20 punti economici.

Nello specifico, entrambe le iniziative prevedono una relazione tecnica per la valutazione qualitativa di alcune prestazioni cliniche delle apparecchiature in aggiunta alla valutazione delle bioimmagini e delle caratteristiche funzionali, valutate secondo regole e condizioni descritte in specifici protocolli redatti in collaborazione con la Società italiana di radiologia medica (Sirm) e l’Associazione italiana di fisica medica (Aifmd).

Tag: aifmd / Consip / pnrr / Servizio Sanitario Nazionale / Sirm /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE