Dolore: novità importanti da Ministero e ricerca

Pubblicato il: 20 Maggio 2013|

Il dolore sempre più al centro anche del dibattito socio-sanitario italiano. A tre anni dall’entrata in vigore della Legge 38, il ministero della Salute è al lavoro per fissare i rimborsi destinati alle cure palliative e, già da qualche mese, gli ospedalieri hanno l’obbligo di indicare sulle Schede di dimissione (SDO) l’avvenuto monitoraggio del dolore sui pazienti, pena il mancato rimborso della prestazione. È emerso nel corso della conferenza stampa nella quale Grünenthal Italia ha presentato una nuova terapia topica contro la nevralgia posterpetica.

“Il 13 giugno – ha spiegato Guido Fanelli, presidente della Commissione nazionale Cure palliative e Terapia del dolore presso il ministero della Salute – sarà istituito un tavolo tecnico per assegnare un codice di prestazione specifico a ogni trattamento per il dolore. In questo modo saranno istituzionalizzati i rimborsi, con la conseguente induzione del medico a diagnosticare e trattare il dolore, non solo per non incorrere nelle previste omissioni di atti d’ufficio, ma anche per vedere riconosciuto alla struttura nella quale opera il rimborso delle prestazioni erogate”.

Nel corso della stessa conferenza stampa è stato rivolto uno sguardo anche alla situazione della ricerca nell’ambito delle cure antalgiche: per rilanciare la ricerca italiana dedicata alla terapia del dolore ha preso il via il progetto YAP (Young Against Pain), promosso dall’Università di Parma e da quella di Pavia e sviluppato con il grant incondizionato di Grünenthal Italia. Il Progetto YAP intende individuare 30 ricercatori italiani under 40 da inserire in un gruppo di lavoro all’estero. “In Italia – ha detto Massimo Allegri, ricercatore presso il Dipartimento Scienze Cliniche chirurgiche, diagnostiche e pediatriche dell’Università di Pavia, Terapia del dolore, Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo – non c’è ancora una vera cultura del trattamento del dolore. Il dolore richiede una ‘rete’ ed è questo il metodo organizzativo con cui i ricercatori selezionati entreranno in contatto durante la propria esperienza all’estero. Un network che saranno poi, ovviamente, chiamati a riprodurre anche in Italia”.

 

Tag: Dolore / Guido Fanelli / Massimo Allegri / YAP /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE