Emilia Romagna presenta la Missione salute: dal Pnrr 500 milioni per la sanità territoriale

Pubblicato il: 22 Febbraio 2022|

Oltre mezzo miliardo di euro per le nuove Case della salute e ospedali di comunità, telemedicina, infrastrutture tecnologiche e digitali per ospedali moderni, sicuri e sostenibili. Questa è la “Missione salute” dell’Emilia Romagna connessa al Piano nazionale di ripresa e resilienza, presentato in Assemblea legislativa. L’obiettivo è “rendere la sanità più vicina ai cittadini e portarla nelle comunità locali, per intercettare da subito nuove fragilità e bisogni”, come spiegano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini.

Interventi sulla sanità da Piacenza a Rimini

A disposizione ci sono risorse, già ripartite tra le aziende e gli enti del servizio sanitario regionale, che serviranno a finanziare centinaia di interventi su tutto il territorio, da Piacenza a Rimini. Nel dettaglio si parla di completare tutte le gare entro il 2023 per l’affidamento dei lavori, che andranno ultimati entro il 2026.
La “Missione salute”, approvata ieri in Giunta, che comprende interventi finanziabili e condivisi nelle Conferenze socio-sanitarie, prevede la realizzazione di 84 nuove Case della Comunità (per un importo di 124,6 milioni di euro), 45 Centrali operative territoriali con la funzione di coordinamento della presa in carico del paziente e di raccordo tra i professionisti coinvolti (per 15,3 milioni) e 27 Ospedali di comunità (ai quali saranno destinati 68 milioni).

Risorse per la transizione tecnologica

Inoltre, il piano per la sanità dell’Emilia Romagna prevede la sostituzione di 232 apparecchiature ad alto contenuto tecnologico ma con più di cinque anni (80,8 milioni), venti interventi per la transizione digitale degli ospedali (98,6 milioni) e 14 per il miglioramento e l’adeguamento sismico delle strutture ospedaliere (43,4 milioni con fondi Pnrr e 98,6 con il Piano nazionale complementare-Pnc).

Valore universale della salute

“La pandemia – sottolineano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini – ha confermato il valore universale della salute e la forza di un sistema capace di non lasciare indietro nessuno e di prendersi cura di tutti. Ora vogliamo fare ancora di più”.

Tag: Emilia Romagna / pnrr / raffaele donini / Stefano Bonaccini /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE