In forse l’obbligo di prescrivere il principio attivo

Pubblicato il: 16 Novembre 2012|

In bilico una delle principali novità introdotte dalla Spending review: l’obbligo, a carico dei medici, di prescrivere il principio attivo anziché il brand del farmaco, potrebbe divenire una semplice “facoltà”. Questo sarebbe il risultato della definitiva approvazione dei quattro emendamenti al Dl Sviluppo presentati ieri da Udc, Lega, Pdl e Pd.

L’articolo 13-bis inserito nel Decreto Sviluppo, in sostanza, modificherebbe l’articolo 15 della Spending review (Legge 135 del 7 agosto 2012) nei seguenti termini: “Il medico che curi un paziente, per la prima volta, per una patologia cronica, ovvero per un nuovo episodio di patologia non cronica, per il cui trattamento sono disponibili più medicinali equivalenti, indica nella ricetta del Servizio sanitario nazionale la denominazione di uno specifico medicinale. Il medico ha altresì la facoltà di aggiungere la denominazione del principio attivo contenuto nel farmaco”.

 

Tag: brand / Dl Sviluppo / emendamenti / equivalenti / facoltà / generici / obbligo / Pd / prescrizione / principio attivo / spending review / Udc /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE