Intramoenia: nel 2014 fatturato in lieve calo, la esercita il 44% dei medici

Pubblicato il: 5 Ottobre 2016|

Oltre un miliardo e 143 milioni di euro. È il fatturato dell’attività professionale intramoenia esercitata dai medici del Servizio sanitario nazionale nel 2014, in calo dello 0,7% rispetto al 2013. E ad esercitarla è il 44% dei camici bianchi. Sono questi i dati principali della Relazione al Parlamento sull’attività intramuraria redatta dal ministero della Salute.

Sul fronte della spesa pro capite per l’intramoenia si registra una diminuzione dai 21 euro del 2012 ai 19 del 2014. Con picchi verso l’alto in regioni come l’Emilia Romagna (30,7 euro l’anno) e Toscana (29,8 euro) e verso il basso in Calabria (4,7 euro) e nella Provincia autonoma di Bolzano (4 euro). In generale, la spesa pro capite è inferiore alla media nazionale nelle Regioni del Mezzogiorni e nelle Isole.

Una variabilità geografica che emerge anche dalla percentuale di medici che esercitano l’attività intramuraria: da punte che superano il 58% in Piemonte, Lazio, Liguria, Valle d’Aosta e Marche a valori molto più bassi in Sardegna (29%), Molise (30%) e Provincia Autonoma di Bolzano (18%).

Infine, per quanto riguarda l’applicazione degli obblighi per le Regioni, dalla definizione dei volumi di attività all’adeguamento degli spazi, un indicatore elaborato su 12 parametri mostra che nel 2014 nessuna Regione ha completato il 100% degli obiettivi, con Valle D’Aosta e Veneto uniche sopra il 90% e il Molise fermo al 41%.

Tag: intramoenia / libera professione / Parlamento / relazione /

CONDIVIDI

AP-DATE

L'INFORMAZIONE OGNI GIORNO

SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE