Novartis e Regione Friuli Venezia Giulia insieme per il nuovo polo di innovazione nelle scienze della vita

Pubblicato il: 24 Gennaio 2022|

Accelerare lo sviluppo di un ecosistema innovativo nelle scienze della vita attraverso la partnership pubblico-privato. Nasce con questi intenti il nuovo polo dell’innovazione nel settore della salute del Friuli Venezia Giulia, frutto dell’accordo tra la Regione e Novartis, la multinazionale farmaceutica svizzera.

La partnership pubblico-privato

Il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, e presidente e amministratore Delegato di Novartis Italia, Pasquale Frega, hanno sottoscritto un protocollo d’intesa che dà avvio a una collaborazione finalizzata alla crescita di un ecosistema regionale dell’innovazione nelle scienze della vita, focalizzato in particolare sullo sviluppo di piattaforme e servizi digitali. Si partirà con un gruppo di lavoro congiunto per definire le proposte progettuali che rientrano nell’interesse strategico della Regione e per valorizzare le realtà del settore più innovative presenti sul territorio. Il polo regionale sulle scienze della vita ha l’obiettivo di portare a un miglioramento delle performance socio-sanitarie e che si traducano in un effettivo beneficio per i cittadini e in una maggiore competitività del territorio regionale.

Una salute connessa con il cittadino

L’impegno di Novartis si inserisce nel progetto a sostegno delle Regioni per contribuire al raggiungimento degli obiettivi del Pnrr. Con “Novartis al fianco delle Regioni per una salute connessa con il cittadino”, l’azienda farmaceutica vuole creare un nuovo paradigma per la sanità italiana che garantisca un maggiore accesso alle cure e percorsi diagnostico-terapeutici più rapidi ed efficienti. Anche a livello globale, Novartis ha dato vita all’iniziativa “Novartis Biome”, una rete internazionale di Digital Innovation Hubs con l’obiettivo di accelerare le connessioni con tutti i partner dell’ecosistema sanitario e tecnologico e supportare lo sviluppo e l’implementazione delle iniziative innovative. Oggi la rete Biome conta più di 13 hub locali già operativi in tutto il mondo e sarà protagonista, insieme con Novartis e i diversi assessorati regionali, nel processo di consolidamento dell’ecosistema innovativo del Friuli Venezia Giulia e delle realtà territoriali nel campo delle scienze della vita.

Dare un impulso maggiore all’innovazione

“L’accordo sottoscritto oggi ha un’importanza fondamentale per lo sviluppo del Friuli Venezia Giulia – ha detto Massimiliano Fedriga, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia – in quanto si fonda su una collaborazione tra pubblico e privato finalizzata alla ricerca e all’innovazione in un campo altamente strategico come quello delle scienze della vita. In questo senso, l’obiettivo che ci siamo prefissi, per la realizzazione in regione di un polo scientifico destinato alla salute, una volta conseguito potrà rappresentare uno degli elementi di maggiore competitività per il nostro territorio in un momento storico particolare nel quale il paese si troverà a beneficare degli investimenti europei del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Dunque, iniziamo supportati dall’esperienza, oltre che dalla competenza, del nostro partner e dalla rete dei centri di ricerca e dei parchi tecnologici presenti in Friuli Venezia Giulia, che contribuiscono a fare della nostra regione una delle più innovative d’Italia. Una base di partenza che non può che renderci fiduciosi per il futuro”.

Implementare le competenze digitali

Un modello di partnership pubblico-privato che può anche essere esportato. “L’accordo raggiunto con il Friuli Venezia Giulia – ha commentato Pasquale Frega, country president e amministratore delegato di Novartis Italia – segna una prima importante tappa nel percorso di rinnovamento della sanità in Italia, fondato sulla vicinanza ai cittadini e sull’innovazione digitale, in cui siamo decisi ad affiancare le istituzioni e le realtà territoriali. Novartis è impegnata a sostenere questo progetto con tutte le sue risorse, in termini di know-how ed esperienze, che negli ultimi anni si sono arricchite di nuove e maggiori competenze digitali. Nella collaborazione annunciata oggi ci avvarremo anche del supporto di Novartis Biome per lo sviluppo e l’implementazione di iniziative e progetti di Open Innovation”.

Tag: Friuli Venezia Giulia / innovazione / novartis / Pasquale Frega /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE