Rafforzare il centro Ecdc: accordo tra Consiglio Ue e Parlamento

Pubblicato il: 30 Novembre 2021|

Rendere più forte il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc). È l’obiettivo di un accordo preliminare raggiunto tra il Consiglio dell’Ue e il Parlamento europeo, che rinnova il mandato dell’agenzia incaricata di sostenere l’Ue nei suoi sforzi per combattere le malattie infettive attraverso, tra l’altro, l’analisi epidemiologica, la consulenza scientifica e le attività di formazione. “Con questo mandato aggiornato l’Ue mira a potenziare il lavoro dell’Ecdc nei settori della sorveglianza, dell’allarme rapido, della preparazione e della risposta”, spiega il Consiglio una nota.

Le priorità per rafforzare il centro Ecdc

Il mandato aggiornato e rafforzato prevede l’istituzione di una task force sanitaria dell’Ue per fornire assistenza alle risposte locali ai focolai di malattie e la messa a disposizione di competenze ai paesi dell’Ue e alla Commissione europea, per esempio nell’ambito dello sviluppo, dell’esame e dell’aggiornamento dei piani di preparazione. L’Ecdc sarà inoltre incaricato di sviluppare piattaforme digitali per la sorveglianza epidemiologica.

Fra le priorità, allineare e coordinare meglio le raccomandazioni e le azioni con l’Organizzazione mondial della sanità (Oms), al fine di assicurare coerenza e complementarità, e rafforzare le disposizioni in materia di protezione dei dati. I dati personali non saranno trattati o comunicati, salvo quando strettamente necessario per l’adempimento della missione dell’Ecdc.

L’Unione europea della salute

L’accordo politico provvisorio deve ora essere approvato da entrambe le istituzioni prima dell’avvio della procedura formale di adozione. L’aggiornamento del mandato dell’Ecdc fa parte del più ampio pacchetto sull’Unione europea della salute, che, oltre al rafforzamento del mandato dell’Ecdc, comprende il potenziamento del ruolo dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema) e un progetto di normativa sulle minacce per la salute a carattere transfrontaliero. A settembre 2021 il pacchetto sull’Unione della salute è stato integrato da una proposta relativa all’istituzione dell’Autorità per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (Hera).

Tag:

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Chirurgia robotica

Più applicazioni e mercato, ma i robot chirurgici sono ancora un lusso

Nonostante cresca il numero degli interventi eseguiti Italia, secondo gli esperti c’è un problema di “robot divide”, legato soprattutto al prezzo e alla manutenzione dei macchinari. La ricerca intanto fa passi da gigante. Mentre in mezzo al dominio dei grandi produttori, spunta un’eccellenza italiana

RUBRICHE
FORMAZIONE