Sciopero Fimmg, Milillo: “Senza certezze su trattativa nessun passo indietro”

Pubblicato il: 30 Aprile 2015|

“La Fimmg auspica che si riapra un tavolo di confronto, ma non siamo disposti a sospendere le mobilitazioni in programma per le prossime settimane se non avremo certezza che le trattative riprenderanno in modo serio”. È questa la replica – riportata oggi da Quotidiano Sanità – del segretario nazionale della Fimmg, Giacomo Milillo,  a Claudio Montaldo, vicepresidente del Comitato di settore Sanità della Conferenza delle Regioni. Oggetto della contesa è il rinnovo dell’Accordo collettivo nazionale per la medicina convenzionata. Ieri Montaldo aveva definito lo sciopero indetto dalla Fimmg “una forzatura”, spiegando che “ci sono tutte le condizioni perché la trattativa riparta” e annunciando per il 7 maggio un incontro fra il Comitato di settore e la Sisac, la struttura interregionale delegata per la parte pubblica nelle trattative con i sindacati. Il confronto della prossima settimana dovrebbe servire a chiarire le differenze fra l’intesa politica siglata con i sindacati il 4 marzo al ministero della Salute e l’atto di indirizzo sottoposto successivamente alla valutazione del ministero dell’Economia. A Quotidiano Sanità Montaldo ha spiegato come i due documenti esprimerebbero “concetti analoghi con parole differenti”. Poi, rivolgendosi alla Fimmg, un appello affinché “da qui al 29 maggio ci siano le condizioni per entrare nel merito” perché “la trattativa serve proprio a trovare un punto di incontro tra posizioni che necessariamente non sono coincidenti, ma che lo possono diventare”.

Le parole di Montaldo, però, non convincono la Fimmg: “Siamo sorpresi – afferma Milillo – evidentemente Montaldo è a conoscenza di una bozza del nuovo atto di indirizzo: solo così è possibile comprendere l’affermazione dell’esistenza nei due documenti di concetti coincidenti, ma espressi con parole diverse”.

Finora lo sciopero indetto dalla Fimmg non ha trovato ampio consenso fra le altre sigle sindacali. In questi giorni, la scelta è stata criticata da Snami, Smi e Cisl Medici e Fp Cgil Medici.

Tag: Claudio Montaldo / Fimmg / Giacomo Milillo / medicina convenzionata / Regioni / sciopero /

CONDIVIDI

AP-DATE

L'INFORMAZIONE OGNI GIORNO

SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE