Screening neonatale: approvato l’emendamento al Milleproroghe

Pubblicato il: 13 Febbraio 2020|

Approvato l’emendamento dell’on. Lisa Noja (Iv) al Milleproroghe che interviene sullo screening neonatale. Ad annunciarlo è la parlamentare dal suo profilo Facebook: “Oggi si compie un importante passo in avanti nella diagnosi precoce di tante malattie rare. È stato approvato il mio emendamento al Milleproroghe, sottoscritto dai colleghi dei gruppi di maggioranza, che stabilisce un termine certo per l’aggiornamento degli screening neonatali, un passo indispensabile per includere nel panel anche malattie neuromuscolari, immunodeficienze congenite severe e malattie da accumulo lisosomiale. Finalmente – sottolinea Noja – si darà seguito in tempi brevi all’obbligo previsto dalla legge di bilancio fermo da oltre due anni”.

L’emendamento infatti propone di modificare la legge 167/2016 sullo Screening neonatale esteso. A distanza di 12 mesi dall’entrata in vigore dalla legge di bilancio 2019, che apriva alla possibilità di estendere il panel delle patologie da ricercare, con l’emendamento si introduce un termine entro il quale il ministero della Salute dovrà completare la relativa procedura, cioè il 30 giugno 2020.

Tempi certi e più risorse

Non solo tempi più celeri. L’emendamento impegna la politica anche su sul fronte delle risorse: “Siamo riusciti – spiega l’on. Noja – ad aumentare ulteriormente i fondi per gli screening neonatali, con 2 milioni in più per il 2020 e 4 a decorrere dal 2021. Sarà così possibile avviare tempestivamente i trattamenti oggi disponibili per patologie molto gravi come la Sma e migliorare la qualità di vita di tanti bambini”.

Da Noja un ringraziamento al Governo per aver sostenuto l’emendamento e in particolare “alle tantissime associazioni e alle famiglie di bimbi malati per la tenacia con cui hanno portato avanti questa battaglia in questi anni”. A sostegno dell’emendamento si erano schierate nelle scorse settimane 19 organizzazioni dei pazienti, con una lettera inviata all’esecutivo e al Parlamento.

 

Tag:

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE