Eit Health punta sull’Italia e apre una sede a Napoli

Pubblicato il: 5 Novembre 2021|

Eit health punta sull’Italia e apre il primo centro a Napoli. La città partenopea sarà la base del network italiano della Knowledge Community dell’Istituto Europeo di Innovazione e tecnologia, impegnato nell’attività di gestione e valorizzazione dell’innovazione in ambito salute, in accord con la strategia Horizon Europe e con le direttive europee.

Cos’è Eit Health

Eit Health è una partnership pubblico-privata composta da circa 150 membri fondata nel 2008 dalla Commissione Europea con l’intento di sviluppare e consolidare l’ecosistema d’innovazione nei paesi dell’Unione. Ha come obiettivo supportare la creazione di un ecosistema che permetta lo sviluppo e la sostenibilità dell’assistenza sanitaria e sociale per il futuro, promuovendo il trasferimento tecnologico di prodotti e servizi che migliorano la qualità della vita dei cittadini europei.

La sede

La sede italiana dell’Istituto verrà ospitata presso il Cestev (Centro di servizio dell’Università degli studi di Napoli Federico II per le scienze e tecnologie per la vita). Una posizione strategica, in termini di promozioni di collaborazioni pubblico-privato tra Università, Centri di Ricerca e Aziende, in un edificio che ospita anche l’Istituto di Biostrutture e BioImmagini del Consiglio Nazionale delle Ricerche e i nuovi laboratori della Dompè Farmaceutici SpA, dedicati alla piattaforma Exscalate.

Trasferimento tecnologico

Tra i suoi compiti Eit Health è impegnata a patrocinare iniziative per facilitare il contatto tra il mondo della ricerca, delle università, delle imprese e degli investitori, agendo come promotore di finanziamenti per startup impegnate nell’innovazione del settore sanitario. I partner sul territorio italiano sono cinque: l’Università degli Studi di Napoli Federico II, Synlab SDN S.p.A, Synlab Italia Srl, Il Centro per i Biomateriali Avanzati dell’Istituto Italiano di Tecnologia e  Bio Check Up srl. A partire da gennaio 2022, il network si amplierà, accogliendo altri prestigiosi partner che contribuiranno all’azione e all’impegno di EIT Health nel Paese.

Gli investimenti

Fino a oggi Eit Health ha investito oltre tre milioni di euro nello sviluppo dell’ecosistema sanitario italiano. Di questi, circa 1,7 milioni di euro sono stanziati per l’avvio di progetti in sinergia con i suoi partner Italiani a sostegno dell’innovazione sanitaria, fornendo supporto sia sul fronte della formazione (tramite ad esempio training di specializzazione sull’imprenditorialità accademica in ambito salute e l’organizzazione di eventi volti a diffondere la conoscenza sul settore), che su quello della valorizzazione dei risultati della ricerca scientifica (tramite il finanziamento di progetti di innovazione e la creazione di piattaforme che facilitano l’accesso delle start-up ai mercati sanitari). Per un ulteriore approfondimento, in appendice al comunicato, i progetti promossi dal network italiano in collaborazione con Eit Health.

Tag: investimenti / ricerca scientifica / sanità digitale / startup /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE