Rapporto Assobiomedica, ecco tutti i numeri sui medical device

Rapporto Assobiomedica, ecco tutti i numeri sui medical device
Pubblicato il: 8 Ottobre 2013|

Il Servizio sanitario nazionale spende 6,3 miliardi di euro in dispositivi medici, una cifra pari al 5,7% della spesa sanitaria pubblica complessiva e al 19% di quella in beni e servizi. Lo rileva il Rapporto annuale su “Produzione, ricerca e innovazione nel settore dei dispositivi medici in Italia”, a cura del Centro Studi di Assobiomedica, associazione che riunisce circa trecento aziende specializzate in tecnologia biomedicale e diagnostica.

 

Secondo i dati presentati oggi a Roma nel corso dell’incontro “Ricerca e innovazione in Sanità per la crescita del Paese”, sono 3.037 le imprese del settore in Italia e danno lavoro a 60mila addetti, producendo tutto ciò che occorre per il funzionamento degli ospedali: da complesse attrezzature elettromedicali e strumentazioni diagnostiche, fino a siringhe e garze. In particolare 1.118 aziende si occupano di produzione, con un fatturato di 7 miliardi di euro: di queste 924 fanno produzione diretta e 194 sono fornitrici di componenti.

 

Il tessuto industriale del settore si presenta ad alta concentrazione produttiva in alcune zone. Il 70% delle imprese ha sede in cinque regioni: Lombardia, Emilia-Romagna, Lazio, Veneto e Toscana. Il 58% sono microimprese, il 30% piccole, il 10% medie imprese. Solo il 2% è rappresentato da grandi realtà.

 

Nonostante il macigno dei ritardati pagamenti, i segnali che arrivano dal settore sono positivi: le importazioni sono diminuite, nel 2012, del 4,1% (attestandosi a 6,7 miliardi), sono invece aumentate del 9,6% le esportazioni (5,9 miliardi). Male però gli investimenti in ricerca, che si stima siano calati del -28,9%. Infine alcuni dati sulla proprietà intellettuale in questo segmento: il 14% dei brevetti nel mondo sono nel settore dei dispositivi medici e l’Italia è al tredicesimo posto nella classifica dei “brevettatori”.

Tag: assobiomedica / Centro Studi / rapporto /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE