Ricerca oncologica, Politecnico di Milano e Ieo lanciano il centro congiunto Onco-Tech-Lab

Pubblicato il: 5 Aprile 2022|

Nasce il centro di ricerca congiunto “Onco-Tech-Lab Modeling and applications for human health”, da un accordo quadro per la ricerca scientifica tra il Politecnico di Milano e l’Istituto europeo di Oncologia. Un progetto che riunisce il know-how del Politecnico di Milano nell’intelligenza artificiale, nella robotica e nelle tecnologie d’avanguardia di ingegneria tissutale e le ampie conoscenze dello Ieo nelle scienze della vita.

Una piattaforma per la ricerca oncologica

Onco-Tech-Lab è una piattaforma che integra risorse umane, strumentali e logistiche dei due partner per aumentare la massa critica e la qualità della ricerca, allargando di conseguenza il perimetro dell’accesso ai bandi, ai finanziamenti e ai programmi nazionali e internazionali per entrambe le istituzioni. L’area principale dell’accordo riguarda l’oncologia, alla quale si aggiungono altre discipline, come l’ematologia, immunologia, endocrinologia, gastroenterologia, trapiantologia e diagnostica per immagini.

Nuova cultura della ricerca

“Per lo Ieo l’obiettivo dell’accordo è anche quello di sviluppare una nuova cultura della ricerca – ha commentato Roberto Orecchia, direttore scientifico dello Ieo – che abbracci lo sviluppo tecnologico delle scoperte. Significa in sostanza passare dalla tradizionale logica basata su scoperta e pubblicazione dei dati, alla nuova logica di applicazione concreta dei prodotti della ricerca. È difficile per un ricercatore di laboratorio pensare alla ricerca anche in termini di brevetti o start-up. Tuttavia questa evoluzione è oggi imprescindibile per incrementare la macchina della ricerca. L’accordo con il Politecnico ci permetterà di avere un unico partner di riferimento, capace di partecipare e contribuire all’intero processo di ricerca, dall’ipotesi all’applicazione”.

Sinergia tra biomedica e tecnologia

Un punto di arrivo e un rilancio delle collaborazioni di ricerca scientifica e clinica tra Politecnico di Milano e Istituto Europeo di Oncologia nell’ambito dell’ingegneria tissutale e delle applicazioni di intelligenza artificiale alla diagnostica per immagini e alla robotica chirurgica in campo oncologico, come l’ha definito Guido Baroni, professore di Ingegneria biomedica del Politecnico di Milano e coordinatore del Centro di Ricerca congiunto. “L’iniziativa nasce dalla consapevolezza – continua – che la sinergia tra ricerca biomedica e tecnologia sia la strategia vincente per mettere a sistema competenze diverse e sviluppare un linguaggio comune a supporto della ricerca e della formazione. Questo è il modello implementato in Onco-Tech-Lab, un volano multidisciplinare per trasferire nella realtà della cura del paziente le scoperte scientifiche in modo sempre più efficiente”.

Tag: ieo / onco-tech-lab / oncologia / politecnico di milano / ricerca /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
plasma

La via italiana al plasma, sognando l’autosufficienza

Il ddl Concorrenza introduce nuove regole per la produzione dei farmaci e ribadisce il principio della donazione gratuita alla base del nostro sistema trasfusionale. Ma la raccolta va potenziata per limitare la dipendenza dal mercato estero. Dal numero 199 del magazine

RUBRICHE
FORMAZIONE