Ricerca per migliorare l’assistenza sanitaria: accordo tra Medtronic e il Campus Bio-Medico di Roma

Pubblicato il: 22 Luglio 2021|

Accordo di collaborazione tra Medtronic Italia e l’Università Campus Bio-Medico di Roma. Obiettivo promuovere la ricerca, l’innovazione e la qualità dei percorsi formativi nel campo dell’ingegneria biomedica, della medicina e delle scienze della vita.  La partnership è stata firmata il 22 luglio da (nella foto, sx): Andrea Rossi (dg del Campus Biomedico), Michele Perrino (presidente e ad Medtronic Italia) e dal rettore Raffaele Calabrò).
Alla base dell’accordo, spiega una nota, la volontà di “perseguire sempre più elevati standard di cura dal punto di vista scientifico, tecnologico, economico e sociale con l’intento di migliorare l’assistenza sanitaria attraverso tutti gli strumenti di conoscenza e competenza nell’ambito delle tecnologie mediche, grazie al know how e l’expertise delle due realtà”. Fra le iniziative, un programma strategico nazionale di dottorato sull’Intelligenza Artificiale per la Salute le Scienze della Vita o l’attivazione di laboratori congiunti (Joint-Labs) per lo svolgimento delle ricerche di comune interesse.

Il network di Medtronic

Medtronic e il Campus s’impegnano a condividere interventi e contributi formativi attraverso la piattaforma Make (Master knowledge advanced experience), che Medtronic ha avviato tre anni fa e condiviso con  numerosi atenei tra cui UniSalento (Lecce), e L’Università Federico II di Napoli.  Il Campus diventerà così un hub connesso con le sedi di Mirandola, Milano, Napoli e Lecce.
“Un altro traguardo importante quello di oggi con l’Università Campus Bio – Medico  di Roma – commenta Michele Perrino – che contribuisce a favorire innovazione e crescita nel settore dell’healthcare, grazie al coinvolgimento di questo prestigioso ateneo. L’accordo si inserisce nell’ambito del progetto Open Innovation Lab di Medtronic partito nel 2019 che intende sostenere e connettere hub biomedicali d’eccellenza coniugando i centri del sapere accademico e industriale per creare valore e facilitare la sinergia e la crescita, puntando sulle forti potenzialità presenti nel nostro Paese”.

Il ruolo del Campus

Soddisfatto il rettore Calabrò: “La firma di questo accordo rappresenta una tappa fondamentale nella costruzione della nostra idea di università: un luogo nel quale i risultati della ricerca più avanzata diventano strumenti di cura in grado di migliorare la qualità della vita dei pazienti, dei loro familiari e quindi della comunità. Abbiamo già creato – spiega – un contatto strutturato tra le professionalità di Medtronic e le Unità di Ricerca più attive nel campo biomedicale come quelle di neurologia, neurofisiologia e neurobiologia, delle scienze cardiovascolari, dell’otorinolaringoiatria, della chirurgia generale, dell’endocrinolgia e della diabetologia, per studiare soluzioni specifiche per combattere patologie che affliggono ampie fette della popolazione. E grazie a questa collaborazione – conclude il rettore – valorizzeremo i percorsi formativi e di ricerca della nostra università

Tag: Campus Biomedico / Medtronic /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE