L’importanza del sonno tra scienza, arte e religione

studio del sonno tra scienza e filosofia
Pubblicato il: 28 Luglio 2022|

Il sonno da sempre ha affascinato filosofi, artisti, religiosi e ovviamente scienziati. “Nell’Antico Testamento, ma anche nei Vangeli, si parla del sonno e del sogno come un modo di comunicare con Dio che attraverso esso manda messaggi o predice il futuro. Allo stesso Giuseppe, nel Nuovo Testamento, viene riferito mentre dorme, di mettere in salvo la sua famiglia per l’incombenza di un pericolo”. Sono le parole di Liborio Parrino, direttore del Centro di Medicina del Sonno e della Struttura Complessa di Neurologia dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma e autore di diversi libri sul sonno e la sua percezione nella storia, tra arte, religione e scienza.

Un rapporto bivalente

Continua l’esperto in una videointervista rilasciata ad AboutPharma: “Nel passato, soprattutto ai tempi di Platone, il sonno veniva percepito come un pericolo, perché l’essere umano quando dorme non è cosciente e non controlla le sue passioni e i suoi desideri. Anche Platone, per esempio, nel Fedro, fa dire a Socrate che non dobbiamo dormire il pomeriggio e farci ingannare e ammaliare dal canto delle cicale, perché potrebbe essere un modo per perdere il controllo della nostra razionalità”. Con numerosi altri esempi Parrino continua a raccontare come il sonno è stato percepito in passato, mettendo in risalto alla fine un rapporto bivalente nella nostra cultura: da una parte infatti dormire dà ristoro ed è un tramite per comunicare con Dio. Dall’altra un possibile ricettacolo dove si può annidare un Satana tentatore.

Il progredire della scienza

Non meno interessati al sonno sono i contemporanei: è un elemento ricorrente infatti anche nella storia, filosofia e cinematografia moderna. Continua Parrino: “È presente in tantissimi film, anche tra i più moderni come Matrix, la cui trama gioca proprio su di esso, ma ancora in Solaris e Colazione da Tiffany per citarne altri”. In parallelo però è andata avanti anche la ricerca scientifica che mai come negli ultimi 70 anni si è sforzata di studiare, comprendere e classificare la fisiologia e le patologie del sonno e quelle ad esso correlate, come malattie cardiovascolari, obesità ecc.. “Stiamo costruendo con grande pazienza questo mosaico, mettendo insieme i vari tasselli e comprendendo che il sonno è al centro di un grande puzzle” commenta l’esperto.

Tempo prezioso

Parrino racconta anche di come nell’era moderna il sonno venga spessa considerato una perdita di tempo che interrompe le nostre attività quotidiane ben più importanti. Eppure dormire è fondamentale per la salute. “Nel mio libro ‘Viaggio intorno al sonno, quando scienza e arte si incontrano’ elenco le quattro ‘R’ del sonno: rifugio, inteso come salvezza; riassetto delle memorie; recupero delle energie; e risparmio energetico. Perché se tutti i sette miliardi di abitanti della Terra dormissero un minuto in più a testa ogni giorno, avremmo un minor consumo di acqua, luce e gas” conclude Parrino, che nell’ultima parte dell’intervista racconta infine come è organizzata la struttura del sonno e cosa è cambiato da questo punto di vista negli anni.

Home page rubrica: “Pianeta insonnia”

Tag: azienda ospedaliera universitaria di parma / insonnia / pianeta insonnia /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Chirurgia robotica

Più applicazioni e mercato, ma i robot chirurgici sono ancora un lusso

Nonostante cresca il numero degli interventi eseguiti Italia, secondo gli esperti c’è un problema di “robot divide”, legato soprattutto al prezzo e alla manutenzione dei macchinari. La ricerca intanto fa passi da gigante. Mentre in mezzo al dominio dei grandi produttori, spunta un’eccellenza italiana

RUBRICHE
FORMAZIONE