Assobiomedica aderisce a Medtech Week con #InnovazionePerLavitaTour

Pubblicato il: 15 Giugno 2015|

Anche Assobiomedica aderisce alla prima edizione europea della Medtech Week, la settimana di eventi e attività in tutta Europa volta a valorizzare e stimolare il dibattito sulle tecnologie mediche. L’iniziativa, promossa da Medtech Europe, coinvolge aziende e associazioni nazionali del settore dei dispositivi medici di tutti i paesi Ue. Per l’Italia Assobiomedica lancerà venerdì 19 giugno la seconda tappa di #InnovazionePerLavitaTour, un viaggio nella produzione, nella ricerca e nell’innovazione del settore dei dispositivi medici.

Per l’occasione il sito di Saluggia (Vc) di Sorin Group, multinazionale leader nel trattamento di patologie cardiovascolari, aprirà le porte a referenti istituzionali e giornalisti per far conoscere più da vicino la produzione di valvole cardiache, defibrillatori e pacemaker impiantabili, oltre ai laboratori di ricerca.

Nel pomeriggio, dalle 15, nel Centro congressi della Regione Piemonte, a Torino, Assobiomedica, in collaborazione con Confindustria Piemonte e con il patrocinio della Regione, organizza il convegno “Competitività e innovazione: il ruolo dell’industria biomedicale in Italia. La condivisione dei saperi per lo sviluppo tecnologico: l’esempio virtuoso del Piemonte”.

Il viaggio sulle strade dell’eccellenza biomedicale italiana sarà raccontato anche grazie ai cittadini e ai ricercatori di parchi tecnologici, cluster e università. Sul social network Instagram verranno condivise foto sulle realtà produttive, sui dispositivi, sui territori e sulle persone che contribuiscono all’innovazione tecnologica con l’hashtag #InnovazionePerLaVitaTour e #MedTechweek. Le prossime tappe sono in programma il 29 settembre a Pescara e il 18 novembre a Grandate-Milano.

Tag: #InnovazioneperlavitaTour / assobiomedica / dispositivi medici / Medtech Week / Sorin Group /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
plasma

La via italiana al plasma, sognando l’autosufficienza

Il ddl Concorrenza introduce nuove regole per la produzione dei farmaci e ribadisce il principio della donazione gratuita alla base del nostro sistema trasfusionale. Ma la raccolta va potenziata per limitare la dipendenza dal mercato estero. Dal numero 199 del magazine

RUBRICHE
FORMAZIONE