Certiquality: riconoscimento di eccellenza “Gold” alla biofarmaceutica AbbVie

Pubblicato il: 10 Ottobre 2016|

Nuovo traguardo per la biofarmaceutica AbbVie sul percorso della gestione sostenibile: la  biofarmaceutica di Campoverte di Aprilia (Latina) ha ricevuto il Riconoscimento di Eccellenza “Gold” da parte dell’Istituto di certificazione  percorso Certiquality, organismo accreditato nella certificazione dei sistemi di gestione per la qualità, l’ambiente, l’energia, la sicurezza sul lavoro, nella certificazione di prodotto, del personale e nella formazione.

Un percorso intrapreso per ora in Italia da pochissime imprese, tanto che sono appena una decina le aziende insignite con riconoscimento  istituito nel 2010: “Quelle che lo hanno ottenuto Le aziende che hanno ottenuto  rappresentano una nicchia virtuosa – spiega il DG di Certiquality, Umberto Chiminazzo. -Dal nostro osservatorio, AbbVie si dimostra all’avanguardia sui temi della sostenibilità e della Qualità e le certificazioni a fronte di norme internazionali, derivanti da un controllo terzo indipendente, tutelano le imprese dal rischio di autoreferenzialità. Mantenute nel tempo attestano la serietà di un percorso che passa attraverso l’individuazione, l’implementazione, la gestione sistematica di best practice. Una serietà che trova riscontro concreto nella strada di miglioramento continuo intrapresa da AbbVie negli anni, che la vede nel settore farmaceutico oggi prima azienda ad ottenere il Riconoscimento Gold, come in passato prima a conseguire la certificazione 50001 sull’efficienza energetica”.

“E’un risultato che premia l’impegno costante e a tutto campo messo in atto da tutti i dipendenti nella nostra azienda per ridurre l’impronta ambientale e per raggiungere sempre maggiori risultati in termini di qualità, salute, sicurezza ed efficienza energetica”,  – commenta soddisfatto Francesco Tatangelo, direttore di stabilimento AbbVie Italia, sottolineando i dati riportati nella Dichiarazione Ambientale 2015 da cui emerge che nel periodo 2005-2015, nonostante l’aumento della produzione, lo stabilimento AbbVie Italia è riuscito a ridurre del 40% il consumo dell’acqua di falda, a mantenere  l’impegno di zero rifiuti inviati in discarica e a destinarne oltre l’80% al recupero.

Per i futuro gli obiettivi restano altrettanto ambiziosi, in linea con i target fissati a livello globale da AbbVie per il 2020 rispetto al 2015: “A fronte di un incremento della produzione atteso a seguito del nuovo investimento di 60 milioni di dollari in corso di realizzazione – conclude Tatangelo – contiamo nel 2020 di ridurre ulteriormente del 10% il consumo di acqua e inoltre di ridurre ancora del 10% i rifiuti  generati per unità di prodotto”.

Dai dati resi noti da Certiquality emerge che in Italia a fronte di oltre 80mila aziende certificate per la qualità, si contano circa 9.200 certificazioni ambientali, circa 4.500 per la sicurezza sul lavoro e meno di 250 sul tema dell’energia.

 

Tag: abbvie / Certiquality / sostenibilità /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE