Menarini, festa dei 100 anni tra arte e fiorentinità

Pubblicato il: 9 Marzo 2015|

“Siamo sbarcati anche in Asia, ma ogni volta che cresciamo all’estero cresciamo anche in Firenze, la città a cui la nostra azienda è legata da centro anni e alla quale dedicheremo iniziative per tutto il 2015. Questo è stato sempre il grande orgoglio della nostra famiglia: portare il nostro giglio in tutti i Paesi del mondo”.  Lucia Aleotti, presidente del Gruppo Menarini, ha aperto così – sabato 7 marzo, a Firenze – l’evento per la presentazione della monografia dedicata a Pontormo a cura di Antonio Natali, Direttore degli Uffizi e Carlo Falciani, Docente dell’Accademia delle belle Arti di Bologna: prima tappa dei festeggiamenti per il centenario della domiciliazione toscana dell’azienda, nata a Napoli nel 1886.  “Quando nostro padre entró in azienda con questa filosofia, nel 1964 – ha detto la Aleotti –  Menarini aveva solo 188 dipendenti, oggi è una multinazionale con 16 mila dipendenti, presente in oltre 100 Paesi e con un fatturato globale di 3,3 miliardi ma mantiene radici solide nella sua città: per questo abbiamo deciso di celebrare i nostri cento anni fiorentini. Da qui guardiamo al  futuro della ricerca e ci prepariamo ad affrontare anche la sfida delle terapie personalizzate”.

Un inno alla “fiorentinità”, dunque,  i festeggiamenti  che Menarini ha scelto di dedicare al centenario inauguranto con un evento dedicato all’arte e  celebrato nella  chiesa di Santa di Felicita,  Parrocchia granducale della famiglia dei Medici che conserva al suo interno la cappella Capponi, decorata da Pontormo e Bronzino nel XVI secolo.  A confermare il forte legame dell’azienda con il territorio è stato il sindaco di Firenze, Dario Nardella: “Nel corso del tempo – ha spiegato – l’azienda si è distinta non solo per la sua attività in campo scientifico, ma anche per la sua attenzione nei confronti della città. Un interesse mostrato sia dal punto di vista sociale, basta ricordare il progetto di riqualificazione di edilizia popolare promosso dalla stessa Menarini, sia in campo culturale, con la cura di volumi monografici dei grandi artisti italiani, come quest’ultimo dedicato al Pontormo”.

E dopo l’evento dedicato all’arte molte altre saranno le iniziative dedicate alla città in occasione del centenario, a partire dalla consegna,questo mese,  con il Comune di Firenze, di altri 10 appartamenti ristrutturati alle famiglie più bisognose della città, che sono in attesa di un nuovo alloggio di edilizia popolare, dopo i primi “10 tetti confortevoli” recuperati nel 2014. Poi sport e disabilità, con un evento dedicato ai 10 anni delle Volpi Rosse Menarini, la squadra di basket in carrozzina giunta fino in  Serie B,  l’Associazione sportiva dilettantistica “Astrolabio” ed  il Progetto Pita (progetto di intervento terapeutico in acqua) destinato a bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico (Dsa) e plurihandicap, giornate dedicate ai bambini ed iniziative sull’ambiente. Infine i progetti con l’Università di Firenze per avvicinare gli studenti universitari al mondo del lavoro.

Tag: centenario / Firenze / Gruppo Menarini / Lucia Aleotti /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE