Toscana, al via tante iniziative per far conoscere la Carta sanitaria elettronica

toscana
Pubblicato il: 11 Settembre 2015|

Sono partite in questi giorni, e andranno avanti fino a novembre, in oltre 30 centri commerciali della Toscana, una serie di iniziative divulgative che hanno lo scopo di diffondere l’uso della carta sanitaria elettronica (Cse) e informare sulle sue diverse funzioni.
Le iniziative rientrano nel progetto più ampio “La Carta sanitaria elettronica: strumento di salute e chiave di accesso ai servizi on line”, nato da un accordo di collaborazione siglato nel gennaio scorso tra Regione Toscana e Federconsumatori, Adiconsum e Adoc. Il progetto varato con le associazioni dei consumatori ha un costo complessivo di 28.000 euro, la Regione contribuisce con 20.000 euro. In base all’accordo, le associazioni dei consumatori danno aiuto alla Regione per informare i cittadini e divulgare l’uso della Cse. Per le loro finalità spiccatamente sociali, le iniziative hanno trovato la piena e convinta collaborazione delle sezioni soci dell’Unicoop Firenze.
Forti della loro presenza capillare in tutta la Toscana, le associazioni dei consumatori si sono messe a disposizione della Regione, con iniziative specifiche e diversificate. Il progetto, che attraverso i 110 sportelli delle associazioni vede attivi circa 400 volontari, è destinato in modo particolare a quei cittadini che mostrano maggiori difficoltà nell’accesso agli strumenti informatici, come gli anziani e i immigrati. Le associazioni non si limitano alla distribuzione del materiale informativo, ma sollecitano i cittadini ad attivare la tessera, sottolineandone utilità e potenzialità.
Tutti i cittadini toscani, se hanno attivato la propria carta sanitaria elettronica, oltre agli usi a cui siamo abituati – accesso tradizionale alle prestazioni sanitarie; codice fiscale; Tessera europea di assicurazione malattia – possono, tramite un Pc munito di lettore smart card o un totem PuntoSI: consultare i propri referti di laboratorio e di radiologia, ovunque effettuati in Toscana; attivare il proprio fascicolo sanitario elettronico e controllare le proprie vaccinazioni, i ricoveri, gli accessi al pronto soccorso, i farmaci e le eventuali esenzioni per patologia, consultare e autocertificare la propria posizione economica in riferimento al ticket. All’attivazione viene consegnata una password che consente di utilizzare la carta in maniera sicura, come un bancomat.

Tag: Regione Toscana / Regioni / Toscana /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE