AstraZeneca, venduto lo storico polo R&D di Alderley Park

Pubblicato il: 12 Marzo 2014|

AstraZeneca ha venduto Alderley Park. È arrivato nella mattinata di oggi, mercoledì 12 marzo, l’annuncio della definitiva cessione del sito dedicato all’R&D nel Cheshire, in Gran Bretagna. La dismissione del polo britannico rientra in un piano, già annunciato nel marzo 2013, per creare un nuovo centro di ricerca a Cambridge, presumibilmente entro il 2016.

 

La farmaceutica anglo-svedese ha fatto sapere di aver venduto il sito di Alderley Park – per una somma rimasta riservata – a Manchester Science Parks, che manterrà la destinazione d’uso del campus a centro di ricerca sulle biotecnologie.

AstraZeneca ha fatto inoltre sapere che adotterà una svalutazione  di 275 milioni di dollari pre-tax sugli attivi relativi alle attività di ricerca non core  portate avanti nel primo trimestre 2014. “Quest’onere – fa sapere l’azienda – fa parte dei costi legati ai profondi cambiamenti annunciati nel marzo 2013”.

 

Nella nota diffusa alla stampa, AstraZeneca afferma che “Alderley ParcK resterà comunque un luogo importante per AZ nel Regno Unito, con circa 700 persone dedicate a funzioni non legate alla Ricerca & Sviluppo, che rimarranno in organico anche dopo il passaggio a Cambridge”.

 

Tag: Alderley Park / Astrazeneca / cessione / vendita /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE