Immuno-oncologia, Sanofi acquisisce l’americana Amunix per 1 miliardo di dollari

Pubblicato il: 21 Dicembre 2021|

Non si ferma il mercato delle acquisizioni in questo finale di anno da parte di Sanofi. Dopo il recente accordo con l’austriaca Origimm e quello precedente da 1,9 miliardi per acquisire Kadmon, il colosso farmaceutico francese annuncia l’acquisizione di Amunix Pharmaceuticals. Si tratta di una società di immuno-oncologia che sfrutta la sua tecnologia proprietaria (Xten) e un’innovativa piattaforma tecnologica di mascheratura rilasciabile con proteasi universale, per scoprire e sviluppare soluzioni antitumorali potenzialmente trasformative e terapie con citochine per i pazienti con cancro.

I dettagli dell’accordo

Secondo i termini dell’accordo, Sanofi acquisirà Amunix per un pagamento anticipato di circa un miliardo di dollari e fino a 225 milioni di dollari al raggiungimento di determinati traguardi di sviluppo futuri. L’acquisizione supporta gli sforzi di Sanofi per accelerare ed espandere i suoi contributi ai farmaci innovativi per i pazienti oncologici, con circa 20 molecole attualmente in fase di sviluppo.

Investire sull’innovazione

“Questa acquisizione dimostra il nostro costante impegno a investire in promettenti piattaforme di ricerca e scoperta”, ha affermato John Reed, M.D., Ph.D., global head of research & development, Sanofi. “La piattaforma tecnologica Amunix utilizza un approccio biologico intelligente di nuova generazione per fornire farmaci su misura in modo che diventino attivi solo nei tessuti tumorali risparmiando i tessuti normali, offrendo così la promessa di opzioni di trattamento più efficaci e più sicure per i malati di cancro. Siamo entusiasti di far avanzare rapidamente la promettente pipeline di Amunix e di combinare i loro innovativi farmaci candidati con molecole complementari nel portafoglio di immuno-oncologia di Sanofi”.

Unire le forze

“Siamo molto orgogliosi di ciò che lo straordinario e diversificato team di Amunix ha realizzato nello sviluppo della nostra tecnologia Pro-XTEN e nella rapida espansione della nostra pipeline”, ha affermato Angie You, Ph.D., CEO, Amunix. “Ora non vediamo l’ora di unire le forze con il team di Sanofi per sfruttare la sua esperienza e fungere insieme da centro di eccellenza nel portare ai pazienti questi farmaci potenzialmente migliori e più sicuri”, ha affermato Volker Schellenberger, Ph.D., co-fondatore, presidente e chief technology officer, Amunix.

Tag: fusioni e acquisizioni / immuno-oncologia / sanofi /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE