Menarini, rinnovato il Cda

Pubblicato il: 29 Giugno 2017|

L’Assemblea dei soci di Menarini ha nominato oggi il nuovo CdA. Accanto a Lucia e Alberto Giovanni Aleotti, confermati alla Presidenza e Vice-presidenza, e ai consiglieri Juerg Witmer e Domenico Simone, approda nel CdA dell’azienda farmaceutica Eric Cornut, come nuovo consigliere indipendente. Tre membri su cinque sono quindi oggi esterni alla proprietà aziendale.

Eric Cornut ha costruito la sua carriera in Novartis con una forte presenza in oncologia. Qui Cornut è stato Chief commercial officer a livello globale e Global chief ethics, Compliance and policy officer. Ha presieduto inoltre Interpharma, l’Associazione svizzera delle aziende farmaceutiche di ricerca, e il Comitato esecutivo di Efpia, l’Associazione europea delle aziende farmaceutiche di ricerca, di cui è stato anche Direttore generale.
“Siamo certi – è il commento della Presidente di Menarini Lucia Aleotti – che l’ingresso di Eric Cornut nel nostro CdA rafforzerà ulteriormente il know-how aziendale per consentirci di affrontare positivamente le sfide della competizione internazionale. Eric ha grande esperienza del settore farmaceutico, inclusa l’area oncologica, e riconosciuta indipendenza, in coerenza con l’obiettivo di una composizione qualitativamente altissima e diversificata del nostro CdA. Inoltre – prosegue Aleotti – il suo background nella compliance farmaceutica globale, unitamente alla sua formazione giuridica, si sposa con la filosofia di Menarini, improntata al massimo rispetto delle normative e dei codici etici di comportamento nel mondo”.
Cornut è il terzo consigliere esterno all’assetto proprietario, accanto a Juerg Witmer, nominato nel 2013 e Domenico Simone, entrato nel CdA nel 2014.

Tag: Aleotti / Menarini /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE