Modelli di business e innovazione nel life science: nuove strategie di problem solving

Modelli di business e innovazione nel life science
Pubblicato il: 21 Febbraio 2022|

Gestire i modelli di business e l’innovazione nel mondo del life science attraverso nuove strategie di problem solving. È la strada intrapresa da Revorg, (azienda che supporta i clienti nella ridefinizione dei processi aziendali, per migliorare l’efficienza organizzativa e i risultati economici) che, per rispondere alle richieste delle aziende del settore, predilige un approccio per soluzioni, coprendo già in partenza le esigenze standard (ad es. transazionale, documentale e analisi dei dati), per gestire al meglio le caratterizzazioni di con margini di flessibilità. In questo contesto, l’offerta di servizi e soluzioni tecnologiche non può prescindere da una profonda conoscenza di tali modelli di business delle aziende attive nel campo delle scienze della vita.

Capovolgere il punto di vista

In questo contributo cercheremo di cambiare il punto di vista tradizionale, trattando le soluzioni come punto d’arrivo dell’analisi dei modelli tipici del settore per i quali Revorg ha sviluppato negli anni un’offerta integrata. L’ambito è ampio e prende in considerazione le aziende che producono e distribuiscono farmaci, cosmetici, integratori, nutraceutici, dispositivi medici e diagnostici. I modelli di business di cui parliamo di seguito – frutto di oltre quarant’anni di progetti e sviluppo – sono per motivi di spazio, brevemente accennati. Far conto su una soluzione transazionale, come quella che Revorg mette a disposizione dei propri clienti, è utile anche per ridefinire la strategia di produzione e affrontare i cambiamenti del mercato.

Quando una Pharma vende tramite gare d’appalto al canale ospedaliero

Il modello si adatta al business specifico delle aziende che partecipano a gare pubbliche. In questo caso, Datagon, la soluzione preposta alla gestione di gare e appalti, presenta il tool di quotazione caratteristico per il Pharma, integrato al gestionale SAP Business One, quindi “agganciato” al sistema di gestione ordini, acquisti e logistica interna ed esterna, anche in funzione della proiezione delle vendite.

La vendita di dispositivi medici alla Pa

Si distingue dal modello precedente, di cui rappresenta una specifica, poiché da una parte va gestito il caratteristico corredo tecnico documentale tipico dei dispositivi medici e, dall’altra, prende in considerazione figure professionali ad hoc, quali i product specialist che nel Pharma non ci sono. La gestione della gara, pur non mutando nei suoi aspetti generali, deve quindi soddisfare tali peculiarità. Così come nel farmaceutico, il connettore al gestionale Sap business one prevede la gestione elettronica degli ordini, delle fatture verso la PA, ma presenta una diversa gestione del magazzino e un tassello in più legato alle assistenze tecniche, garanzie e manutenzione dei dispositivi.

Vendita di diagnostica alla Pa

Si tratta di una seconda specifica del modello generale in cui, il product specialist, interviene in ambito di gara per la configurazione del dispositivo. Questa figura interagisce con chi stabilisce il prezzo, generalmente un commerciale: direttore di linea o area manager. Nell’offerta bisogna inoltre tener conto dei consumabili, dispositivi che vengono sostituiti con maggiore frequenza, e dei calibratori e i reagenti, che sono soluzioni farmaceutiche. Anche in questo caso, il connettore con l’ERP gestisce i depositi esterni e distributori, le assistenze tecniche, manutenzione e garanzia.

La vendita al canale farmacia

Questa tipologia di aziende opera generalmente attraverso agenti mono-plurimandatari, i quali utilizzano dispositivi mobili e n portale per l’inserimento degli ordini e la comunicazione delle politiche commerciali, compresi corsi di formazione e webinar. Sono spesso presenti piattaforme di e-commerce proprietarie e/o di terze parti. L’esperienza insegna che, per esigenze di flessibilità e velocità, è opportuno gestire le specificità nel dipartimentale. BeGood copre i flussi delle vendite sul territorio e attraverso il web, le interazioni personali e digitali, mentre Greims gestisce gli ISF, gli Eventi & Congressi.

Produttore con sistema a prova di convalida

L’azienda che produce farmaci, cosmetici, integratori, nutraceutici ha la necessità di estensioni per la gestione automatizzata e flessibile dei sistemi produttivi. A prescindere dall’obbligo di convalida, può rappresentare un valore aggiunto possedere un sistema conforme ai requisiti FDA, CFR 21 Parte 11, GMP e Annex 11 che presenta funzionalità per la tracciatura dei dati, l’audit trail, la rintracciabilità dei lotti e la gestione dei flussi di approvazione.

Home page rubrica: Automazione digitale nella gestione dei processi aziendali

Tag: Automazione digitale nella gestione dei processi aziendali / dispositivi medici / farmaci /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE