Omeopatia nelle cure di supporto ai trattamenti oncologici: il modello francese

Pubblicato il: 27 Settembre 2021|

In Francia, l’omeopatia è la terapia complementare più utilizzata nelle cure di supporto ai trattamenti oncologici e il suo utilizzo è in costante aumento. Uno studio recente, condotto dal dottor Jean Lionel Bagot, oncologo esperto in omeopatia, e pubblicato sulla rivista Supportive Care in Cancer, ha valutato quale percezione ne abbiano i medici di medicina generale e gli oncologi francesi.

Gli studi

L’indagine, effettuata attraverso due studi osservazionali trasversali, ha preso in considerazione sia l’atteggiamento dei clinici nei confronti delle soluzioni omeopatiche, sia i modelli di utilizzo delle terapie omeopatiche in presenza di pazienti interessati a utilizzare l’omeopatia per alleviare gli effetti secondari dei trattamenti oncologici.
Il primo studio ha coinvolto 150 oncologi, con l’obiettivo di valutare i livelli di soddisfazione nell’uso di medicinali omeopatici in questo ambito; il secondo, rivolto a 197 medici di medicina generale, di cui 97 esperti in omeopatia, ha preso in esame la prescrizione di questi medicinali per i pazienti oncologici e le differenze di atteggiamento.

Le evidenze

Dai risultati emerge che il 10% degli oncologi prescrive l’omeopatia, mentre il 36% la consiglia. Il 54% di questi specialisti pensa che sia potenzialmente utile in oncologia come trattamento di supporto.
Per quanto riguarda i medici di medicina generale, due terzi dei conoscitori dell’omeopatia a volte prescrive questi medicinali a pazienti oncologici, mentre il 58% indirizza regolarmente i propri pazienti a medici omeopati. Inoltre, i medici generalisti che non hanno competenze in questo campo hanno una percezione positiva di questa terapia in ambito oncologico.
Leggi l’articolo su  unasalute.it

Home page rubrica: Una salute, una medicina. Notizie opinioni e dati sull’omeopatia

WelcareIn collaborazione con Boiron Italia

Tag: Boiron Italia / omeopatia / oncologia / unaSalute unaMedicina /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Chirurgia robotica

Più applicazioni e mercato, ma i robot chirurgici sono ancora un lusso

Nonostante cresca il numero degli interventi eseguiti Italia, secondo gli esperti c’è un problema di “robot divide”, legato soprattutto al prezzo e alla manutenzione dei macchinari. La ricerca intanto fa passi da gigante. Mentre in mezzo al dominio dei grandi produttori, spunta un’eccellenza italiana

RUBRICHE
FORMAZIONE