Aifa, siglato un nuovo accordo con l’Agenzia industrie difesa

La collaborazione con l’Aid, che gestisce lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze, riguarda la produzione di medicinali carenti, ma anche cannabis medica e logistica

aifa

Si rinnova la collaborazione tra l’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) e l’Agenzia industrie difese (Aid), l’ente del ministero della Difesa che gestisce lo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze.  Lo annuncia l’Aifa in una nota, dopo la firma di un “nuovo accordo quadro al fine di incrementare in modo sinergico le attività in ambito farmaceutico”.

Gli ambiti di collaborazione

Fra gli obiettivi dell’accordo, consolidare le attività di produzione di medicinali carenti sul mercato nazionale o europeo, compresi i farmaci orfani, facilitandone l’accesso ai pazienti. Inoltre, Aifa supporterà Aid sul fronte della produzione e distribuzione della cannabis medica. E la collaborazione riguarderà anche procedure di acquisto, importazione, stoccaggio e distribuzione di medicinali, vaccini, antidoti e materie prime destinate a produzioni farmaceutiche difficilmente reperibili.

Sinergie

L’intesa è stata siglata dal direttore generale dell’Aifa, Nicola Magrini, e da quello di Aid, Nicola Latorre. “Con questo accordo proseguiamo e ampliamo la collaborazione già in essere con l’Aid per attività strategiche e di alto interesse nazionale, a beneficio del Ssn e dei pazienti”, commenta Magrini. “Il protocollo siglato con Aifa – sottolinea Latorre – figura il concreto impegno di collaborazione tra due Enti dello Stato che si pongono, oggi più che mai, al servizio della collettività”.