Benessere degli animali, serve un commissario europeo?

Un’interrogazione alla Commissione Ue è stata presentata da 118 deputati di Strasburgo, guidati dal danese Niels Fuglsang (S&D). Iniziativa in linea con la campagna #EUforAnimals che ha superato 140mila adesioni

benessere animale

Istituire la figura di un commissario europeo per il benessere degli animali. È la proposta avanzata da 118 eurodeputati, guidati dal danese Niels Fuglsang (S&D), con un’interrogazione indirizzata alla Commissione Ue. “Lo chiede un numero record di eurodeputati unendo la loro voce a quella dei cittadini”, sottolinea in una nota l’associazione Animal Equality Italia.

Attualmente la responsabilità del benessere animale è attribuita al Commissario per la salute e la sicurezza alimentare. Tuttavia, alcuni Paesi, come il Belgio, hanno assegnato una delega specifica a un ministro. “Questa decisione ha innescato effetti importanti: ha attribuito una chiara responsabilità all’interno del governo per quanto riguarda l’intera legislazione relativa al benessere degli animali, una maggiore trasparenza e l’assegnazione di risorse umane e finanziarie adeguate per fornire risposte concrete su questo importante tema”, spiega Animal Equality Italia.

La campagna EUforAnimals

Nel marzo 2021 l’associazione Gaia, parte di Eurogroup for Animals, ha lanciato la campagna #EUforAnimals con il sostegno di oltre quaranta altre organizzazioni per i diritti e il benessere degli animali in tutta Europa – compresa Animal Equality Italia – chiedendo alle istituzioni europee di dare finalmente al benessere degli animali l’attenzione che merita attraverso l’investimento di una figura che si dedichi a queste tematiche. La campagna #EUforAnimals ha già ricevuto il sostegno di oltre 140mila cittadini che hanno firmato la petizione.

Sette cittadini su dieci favorevoli

A giugno 2021 Ipsos ha condotto un sondaggio su 3.500 europei, selezionati indieci Paesi dell’Unione (Francia, Germania, Polonia, Spagna, Italia, Belgio, Paesi Bassi, Romania, Ungheria e Svezia), che rappresentano l’81% della popolazione europea. Secondo i risultati della ricerca, sette cittadini su dieci pensano che dovrebbe esserci un commissario europeo per il benessere degli animali.