Una piattaforma online per gestire il ciclo di vita dei dispositivi medici

dispositivi medici
Pubblicato il: 16 Novembre 2022|

Una piattaforma online per gestire l’intero ciclo di vita dei dispositivi medici. Revorg lancia OneMed e segna un punto di svolta per le aziende del settore. Grazie alle molteplici funzionalità offerte, chi utilizza tale piattaforma potrà migliorare le performance delle funzioni aziendali coinvolte nel processo, con vantaggi concreti per tutti: dal regolatorio ai product specialist, dal marketing al commerciale, all’ufficio gare.

Un unico repository

Più in concreto, OneMed consente di convogliare tutte le informazioni sui dispositivi medici – regolatorie, tecniche e commerciali – provenienti dalle diverse aree aziendali, anche da filiali presenti in Paesi diversi e dai fornitori esterni, in un’unica piattaforma per gestire in maniera strutturata e razionalizzata, la registrazione dei documenti, delle schede tecniche e delle dichiarazioni richieste dalle autorità nazionali ed europee.

Conforme ai requisiti

La raccolta dei dati e la produzione dei documenti è conforme sia alle linee guida Eudamed (European databank medical devices) per l’identificazione univoca dei dispositivi (es. Gtin e Gmdn) finalizzata alla commercializzazione e loro tracciabilità a livello europeo, sia alle linee guida delle autorità sanitarie nazionali (es. Cnd per l’Italia). La soluzione sviluppata da Revorg rispecchia, quindi, gli standard richiesti dal Regolamento europeo dispositivi medici (Medical device regulation – Mdr 2017/745) che ha avuto un impatto dirompente sulla gestione e l’aggiornamento della documentazione relativa ai dispositivi medici, tanto da aver spinto molte aziende a rivedere le modalità di tenuta della documentazione dotandosi di nuove regole interne per il passaggio e la condivisione delle informazioni.

Workflow collaborativo

Con OneMed il vantaggio è tangibile per tutte le aree aziendali che hanno l’opportunità di accedere a dati univoci, corretti e ben strutturati. Al fine di creare e gestire in modo ottimale la “carta d’identità completa” di ogni dispositivo medico, la piattaforma organizza i flussi interni ed esterni di caricamento e verifica dati, documentazione e scambio delle informazioni.

L’ufficio regolatorio ha a disposizione uno strumento per seguire l’iter di validazione del dispositivo medico presso l’Autorità sanitaria nazionale ed europea per la sua commercializzazione e durante tutto il ciclo di vita; l’ufficio marketing può avvalersi delle molteplici funzionalità offerte dalla soluzione per gestire listini e cataloghi sui prodotti; l’ufficio gare ha un tool per migliorare la selezione del corredo documentale dei prodotti a supporto dell’operatività: partecipazione gare, comunicazioni con gli enti, condivisione con le altre funzioni aziendali; la direzione commerciale può procedere in tempo reale e senza errore all’approvazione di listini e cataloghi aggiornati; i product specialist hanno un canale di accesso unico alla documentazione sui prodotti della documentazione dotandosi di nuove regole interne per il passaggio e la condivisione delle informazioni.

Tag: Automazione digitale nella gestione dei processi aziendali / Commissione europea / revorg /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE