Decreto appropriatezza, Federanziani: aprire un tavolo per chiarire tutti i dubbi

Pubblicato il: 8 Febbraio 2016|

“Condividiamo pienamente spirito e obiettivi del decreto appropriatezza, ovvero comprendiamo l’esigenza di tagliare gli sprechi in sanità, reinvestendo i risparmi così ottenuti nella salute dei cittadini. Proprio per far sì che il decreto possa essere efficace in tal senso e per evitare inutili allarmismi o potenziali disagi ai cittadini chiediamo di sederci tutti insieme attorno a un tavolo per definire al meglio le procedure”. A chiederlo è Roberto Messina, presidente di Senior Italia FederAnziani, la federazione delle associazioni della terza età.
“Vogliamo evitare che il decreto generi tensioni o si presti a strumentalizzazioni, ed essere certi che la salute del cittadino-paziente sia sempre pienamente tutelata in questo delicato passaggio normativo”, spiega Messina. Per questo, chiede al ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, “un incontro urgente con i soggetti interessati, per primi i pazienti”.
In particolare, Messina fa riferimento “all’azione delle Regioni che hanno deciso di bloccare l’applicazione del decreto o di invitare i direttori generali a soprassedere all’applicazione dello stesso, riportando le decisioni e le modalità di applicazione delle norme a livello regionale”. Secondo il presidente dell’organizzazione che rappresenta gli over 65 si tratta di “contraddizioni” che vanno chiarite al più presto.

Tag: decreto appropriatezza / FederAnziani / Roberto Messina / senior italia /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE