Pubblicato l’avviso preliminare per Eu Fab, rete europea per la produzione di vaccini e farmaci

Pubblicato il: 17 Settembre 2021|

La corsa al rafforzamento dell’unione sanitaria in Europa è già iniziata. All’indomani dell’inaugurazione dell‘Autorità europea per la preparazione e la risposta alle emergenze sanitarie (Hera) per prevenire, individuare e rispondere rapidamente alle emergenze sanitarie, la Commissione europea ha già reso pubblico l’avviso preliminare per fornire ai produttori di vaccini e farmaci le informazioni sul bando di gara – previsto per l’inizio del 2022 – per la partecipazione alla rete produttiva Eu Fab. Una rete di capacità produttive costantemente disponibili per la fabbricazione di vaccini e medicinali, così da avere sempre a disposizione stabilimenti per la loro produzione, da attivare in caso di bisogno.  “In vista di possibili future crisi sanitarie l’Ue deve essere preparata al meglio e garantire un accesso più rapido a capacità produttive sufficienti per vaccini e terapie, per rispondere alle esigenze dell’Unione e adempiere agli obblighi globali”, si legge nell’avviso.

La rete produttiva Eu Fab

Come ha annunciato la presidente della Commissione Ue, Urusla von der Leyen, nel suo discorso sullo stato dell’Unione 2021, l’Hera sarà un pilastro fondamentale dell’Unione europea e colmerà una lacuna nella risposta e nella preparazione dell’Ue alle emergenze sanitarie. Compito di Hera sarà battere sul tempo le minacce e le potenziali crisi sanitarie grazie alla raccolta di informazioni e al rafforzamento delle capacità di risposta necessarie.
In caso di emergenza inoltre. garantirà lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di medicinali, vaccini e altre contromisure mediche, quali guanti e mascherine, spesso assenti durante la prima fase della risposta al coronavirus. Tramite la rete produttiva Eu Fab appunto, che garantirà un aumento dell’offerta in caso di emergenze di salute pubblica, riducendo il tempo necessario tra lo sviluppo e l’espansione industriale, e fornirà solide catene di approvvigionamento. 

Preparazione alle emergenze

Prima di una crisi sanitaria, nella “fase di preparazione”, l’Hera collaborerà strettamente con altre agenzie sanitarie nazionali e dell’Ue, con l’industria e con i partner internazionali per migliorare la preparazione dell’Ue alle emergenze sanitarie. Valuterà le minacce e raccoglierà informazioni, elaborerà modelli per prevedere un’epidemia. Sosterrà inoltre la ricerca e l’innovazione per lo sviluppo di nuove contromisure mediche, anche attraverso reti e piattaforme di sperimentazione clinica a livello dell’Unione per la condivisione rapida dei dati.
Inoltre, l’Hera affronterà le sfide del mercato e rafforzerà la capacità industriale. Sulla base del lavoro svolto dalla task force per l’aumento della produzione industriale di vaccini contro la Covid-19, instaurerà uno stretto dialogo con l’industria, svilupperà una strategia a lungo termine per la capacità produttiva e per gli investimenti mirati e affronterà le strozzature della catena di approvvigionamento per le contromisure mediche. L’autorità promuoverà gli approvvigionamenti e affronterà le sfide connesse alla loro disponibilità e distribuzione e aumenterà la capacità di stoccaggio per evitare carenze e strozzature nella logistica.

Risposta alle emergenze

Nel caso in cui sia dichiarata un’emergenza di sanità pubblica a livello dell’Ue, l’Hera può passare rapidamente alle operazioni di emergenza, ricorrendo ad esempio a un celere processo decisionale e all’attivazione di misure di emergenza, sotto l’egida di un consiglio di alto livello incaricato delle crisi sanitarie. Attiverà finanziamenti di emergenza e avvierà meccanismi per il monitoraggio, lo sviluppo di nuovi prodotti mirati, le procedure di acquisizione e l’acquisto di contromisure mediche e di materie prime.
I meccanismi previsti nell’ambito di Eu Fab saranno attuati per mettere a disposizione riserve aggiuntive di capacità produttive e saranno avviati piani di ricerca e innovazione di emergenza in consultazione con gli Stati membri. Sarà rafforzata la produzione dell’Ue di contromisure mediche e sarà istituito un inventario degli impianti produttivi, delle materie prime, dei materiali di consumo, delle attrezzature e delle infrastrutture al fine di disporre di un quadro chiaro delle capacità dell’Ue.

Tag: emergenza / Hera / pandemia / produzione / vaccini /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE