Regione Lazio, il 2018 sarà l’ultimo anno di commissariamento per la sanità

regione lazio
Pubblicato il: 1 Dicembre 2017|

Si chiude, dopo quasi dieci anni, l’era del commissariamento per la sanità laziale. Lo ha deciso oggi il Consiglio dei ministri. L’annuncio è arrivato dal ministro della Salute: “Sono molto contenta: oggi abbiamo deliberato che la Regione Lazio uscirà dal commissariamento dal 31 dicembre del 2018. E’ un fatto importante, che avviene grazie a un lavoro proficuo di questi anni”, ha detto Beatrice Lorenzin al termine della riunione del Cdm in cui è stato certificato l’azzeramento sostanziale del disavanzo. Il Lazio è la seconda Regione a uscire dal commissariamento dopo l’Abruzzo.

Zingaretti: si sbloccano 3.500 assunzioni

Soddisfatto il governatore della Regione, Nicola Zingaretti: “La fine del commissariamento sbloccherà un piano di assunzioni per 3.500 unità. Ringrazio – ha aggiunto Zingaretti – il Governo per l’atto di fiducia, il ministro Lorenzin, il ministro Padoan e soprattutto chi nei ministeri in questi 10 anni ha affiancato la Regione Lazio. Negli ultimi 5 anni nei tavoli di monitoraggio gli esiti di verifica si sono conclusi positivamente. Dedichiamo questo risultato in primo luogo ai lavoratori e gli operatori della sanità pubblica e privata, ai malati, a coloro che hanno sofferto la tragedia del commissariamento”.  Da gennaio 2019 si torna alla gestione ordinaria della sanità laziale.

 

Tag: Regione Lazio /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
Dna

Così il sequenziamento del Dna migliorerà la medicina di precisione

La tecnologia ha permesso di decifrare anche gli ultimi “libri” del genoma umano. Un punto di partenza per perfezionare ulteriormente personalizzazione di diagnosi e cure come spiega Giuseppe Novelli, professore di Genetica Medica dell’Università di Roma “Tor Vergata”

RUBRICHE
FORMAZIONE