Al via il “mese europeo del cervello”, l’Ue stanzia 150 milioni

Pubblicato il: 2 Maggio 2013|

Si è aperto ieri, 1 maggio, il “mese europeo del cervello”: per questa occasione La Commissione europea ha stanziato 150 milioni di euro per 20 nuovi progetti internazionali per la ricerca sul cervello.  Durante il mese di maggio, attraverso oltre 50 manifestazioni organizzate in tutta Europa, verrà dato ampio spazio alla ricerca e all’innovazione in materia di neuroscienze, cognizione e settori affini. Tra le iniziative il progetto “Neuropt”, coordinato dal Politecnico di Milano, che vedrà la partecipazione dell’Università di Firenze e dell’Istituto Neurologico Carlo Besta. I progetti di ricerca che sono stati selezionati per i finanziamenti dall’Ue dovrebbero condurre a nuove scoperte relative a problemi importanti quali il trauma cranio-encefalico, i disturbi mentali, il dolore, l’epilessia e i disturbi della condotta in età pediatrica.

Lo scopo dell’intera iniziativa è quello di dimostrare che sono stati compiuti importanti passi in avanti nel settore e che, pertanto, è necessario intervenire in maniera più incisiva al fine di combattere queste patologie che, attualmente, costano circa 1,5 milioni di euro al minuto ai Sistemi sanitari Ue.

Il progetto, inoltre, si pone anche un ulteriore obiettivo, che è quello di mettere in evidenza come gli studi sul cervello possano rivoluzionare l’informatica. L'azione coincide con il recente sforzo di rilancio della ricerca sul cervello attraverso nuovi e ambiziosi progetti promossi nell'Ue (progetto 'Cervello umano') e negli Stati Uniti (progetto Brain).

 

Tag: Cervello / Commissione europea / disturbi mentali / Dolore / epilessia / politecnico di milano / Universita  di Firenze /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
RUBRICHE
FORMAZIONE