Takeda avvia un ampio studio osservazionale sul mieloma multiplo

società italiana di tossicologia
Pubblicato il: 5 Settembre 2016|

È iniziato l’arruolamento dei primi pazienti dello studio globale, osservazionale, non interventistico, sul mieloma multiplo, INSIGHT –MM. Il trial open source e collaborativo avviato da Takeda Pharmaceutical Company Limited, si pone come obiettivo il coinvolgimento di 5000 pazienti in tre anni, da seguire per un minimo di cinque anni al fine di individuare modelli di patologia, caratteristiche dei pazienti, trattamenti e risultati, migliorando in tal modo la comprensione dell’esperienza real life dei pazienti con mieloma multiplo.

Supervisionato da un comitato direttivo internazionale di esperti sul mieloma, lo studio INSIGHT-MM raccoglierà i dati attraverso le visite ambulatoriali, le cartelle cliniche e i risultati riportati dai pazienti. La partecipazione allo studio non interventistico, non interferirà sui trattamenti seguiti dai pazienti. In quanto studio collaborativo, INSIGHT-MM è aperto alla comunità scientifica che si occupa di mieloma multiplo per proporre analisi o richiedere i dati raccolti.

Lo studio coinvolgerà oltre 150 centri a livello globale: i primi tre istituti ad aver avviato l’arruolamento sono l’University of Arkansas for Medical Sciences, l’University of California (San Diego) e l’University of Cincinnati Cancer Institute. Tra i prossimi paesi a iniziare lo studio ci sarà anche l’Italia.

 

Tag: Mieloma multiplo / real life / Takeda /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE

Pazienti e scelte sanitarie: ancora non c’è la bussola

Prosegue la contesa su rappresentatività, diritti, competenze: lo scorso 19 ottobre il Tar Toscana ha bocciato un ricorso presentato da circa quindici associazioni contro la delibera 702 che include i pazienti esperti nei processi di acquisto dei dispositivi medici. E il recente atto di indirizzo ministeriale sembra appena un primo passo verso il coinvolgimento dei cittadini

Remedi4all: l’Europa scommette sul valore del repurposing

Il progetto Ue sul riposizionamento di farmaci già esistenti per altre indicazioni terapeutiche prevede il coinvolgimento di 24 istituti europei, coordinati da Eatris e un finanziamento di 23 milioni di euro attraverso il programma Horizon Europe

RUBRICHE
FORMAZIONE