Neopharmed Gentili: 100 mila confezioni di farmaci per l’Ucraina

Pubblicato il: 17 Marzo 2022|

Antibiotici e antidolorifici per l’Ucraina. L’azienda Neopharmed Gentili annuncia la donazione di 100 mila confezioni di farmaci per rispondere alla crisi umanitaria e sanitaria scatenata dall’invasione russa. Nel dettaglio, si tratta di prodotti a base di amoxicillina tridato, ceftriaxone e tramadolo cloridrato, coerentemente con le necessità segnalate dalla Croce Rossa ucraina.  I farmaci saranno raccolti e spediti a partire dalla prossima settimana tramite la Croce Rossa di Milano.

Azioni concrete in sinergia con il volontariato

“Come parte integrante del sistema farmaceutico italiano abbiamo voluto mettere in atto un gesto concreto di solidarietà per esprimere la nostra vicinanza e il nostro sostegno alla popolazione colpita dalla crisi in Ucraina”, commenta Alessandro Del Bono, amministratore delegato di Neopharmed Gentili. “Un’azione fortemente voluta, per la quale ci siamo mossi sin da subito in piena sinergia con i volontari presenti sul campo, e che si traduce nell’invio diretto, attraverso i canali della Croce Rossa, di medicinali indispensabili per chi oggi si ritrova costretto in una condizione di estrema precarietà umana e anche sanitaria”. La Croce Rossa di Milano ha anche attivato una raccolta fondi. Neopharmed Gentili invita a sostenere l’iniziativa per rispondere alle necessità umanitarie e sanitarie cui stanno dando risposta senza sosta i volontari della Croce Rossa ucraina.

Tag: Neopharmed Gentili / russia-ucraina / ucraina /

CONDIVIDI

AP-DATE
SCELTE DALLA REDAZIONE
plasma

La via italiana al plasma, sognando l’autosufficienza

Il ddl Concorrenza introduce nuove regole per la produzione dei farmaci e ribadisce il principio della donazione gratuita alla base del nostro sistema trasfusionale. Ma la raccolta va potenziata per limitare la dipendenza dal mercato estero. Dal numero 199 del magazine

RUBRICHE
FORMAZIONE